Attualità Modica 07/06/2016 11:15 Notizia letta: 1342 volte

Istituto Verga di Modica, un progetto per le app

Programma il futuro
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-06-2016/1465291858-0-istituto-verga-di-modica-un-progetto-per-le-app.jpg&size=888x500c0

Modica - Si è appena concluso il progetto “Programma il futuro” inserito nel P.T.O.F. 2015/2016 dell'Istituto di Istruzione Superiore “Giovanni Verga” di Modica svolto e guidato dal Prof. Francesco Criscione con alcune alunne della V ESA e V ESB.

L'intenzione del corso è stata quella di insegnare ai ragazzi in maniera divertente, creativa e coinvolgente la programmazione delle App per telefonini e /o tablet con sistema operativo Android mediante la piattaforma del M.I.T. (Massachusetts Institute of Technology)

L'esperimento didattico, uno dei pochissimi nel panorama delle scuole di istruzione secondaria,  senza richiedere una elevata abilità nell'uso del PC agli alunni, ha introdotto i ragazzi alla programmazione cosiddetta “event driven” cioè orientata a gestire gli “eventi” mediante lo smartphone.

Il progetto si è enucleato attraverso sette incontri-lezioni sei nel laboratorio di informatica ed uno per le vie del centro di Modica.

Durante queste lezioni sono state sviluppate dai ragazzi con la supervisione del Prof. Criscione alcune app interessanti tra le quali una rivisitazione del vecchio gioco Pong per PC (PongRev) , un player personale per gestire le proprie canzoni (MyPlayer), un gestore di foto (MySlideShow) ,  una mini calcolatrice (MyCalc).
Particolare soddisfazione ha dato infine al docente ma soprattutto ai ragazzi l'ultima app testata per le vie del centro di Modica che tramite il collegamento con i server di Google sfruttando le API (Application Programming Interface) seguiva il percorso dei ragazzi e del docente in Tour per Modica  e nelle vicinanze di alcuni punti segnati nella mappa (landmark) visualizzava nel proprio telefonino il particolare luogo  o monumento storico dandone una descrizione testuale e audio mediante l'utilizzo della sintesi vocale.

E' stata una esperienza didattica importante e molto forte e a detta del Prof. Criscione   che ha  letto ad un certo punto nei volti delle ragazze una espressione inequivocabile come per dire: “Io valgo!”

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg