Attualità Messina 07/06/2016 10:18 Notizia letta: 2606 volte

Ritorna la Birra Messina

Inaugurazione del birrificio in luglio
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-06-2016/1465336262-0-ritorna-la--birra-messina.jpg&size=375x500c0

Messina - L’inaugurazione ufficiale è programmata per luglio e nei capannoni di Larderia si respira già aria di trepidazione. L’edificio è rinato, il furgoncino per le consegne è “pronto” a girare per la città e i cartelloni pubblicitari a forma di bottiglia sono preparati a raccontare una nuova storia per Messi


I buoni auspici del resto ci sono tutti. Infatti, le richieste per la birra stanno arrivando non solo da Roma e da Milano ma anche dalla Romania e dall’Albania. Un riconoscimento che lusinga e che ha portato a sperimentare non una birra ma tre varietà diverse.

Finalmente il sogno degi operai della storica fabbrica, fondata dalla famiglia Lo Presti-Faranda nel 1923, si avvia una nuova stagione, dopo la chiusura del birrificio nel 2011. La Birra Messina, originariamente, si chiamava Trinacria. Nel 1988 la società messinese fu acquisita dalla Dreher spa di Milano, nel frattempo divenuta Heineken Italia; 11 anni dopo, nel 1999, il gruppo decise di utilizzare lo stabilimento messinese solo come impianto di imbottigliamento nonostante producesse circa 500 mila ettolitri di birra l'anno, gran parte dei quali destinati al mercato siciliano.

Ci sarà la birra dello Stretto, e che porta l’immagine della Madonnina del porto. Ci sarà la “Doc 15 Premium” e infine la “Doc 15 cruda”.
Il numero ovviamente non è casuale ma ricorda che il progetto è partito grazie a 15 ex operai della Birra Messina, poi diventata Heineken, dunque Triscele.

Il montaggio delle macchine sancirà l’ultima fase.

Redazione