Attualità Vittoria 16/06/2016 14:54 Notizia letta: 2126 volte

Vittoria, una mostra di Leone su Bufalino

Al chiostro delle Grazie
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/16-06-2016/1466084591-0-vittoria-una-mostra-di-leone-su-bufalino.jpg&size=281x500c0

Vittoria - Alla presenza della vedova di Gesualdo Bufalino, Maria Leggio, è stata inaugurata ieri sera nel Salone delle Capriate presso il Chiostro delle Grazie di Vittoria (Ragusa), la mostra del fotografo Giuseppe Leone dedicata allo scrittore che vinse prima il premio Campiello con Diceria dell’untore e poi lo Strega con il romanzo ‘Le menzogne della notte’. Un omaggio allo scrittore di Comiso, a vent’anni dalla sua morte, inserito nell'ambito della nona edizione del Vittoria Jazz Festival che prende il via sabato 18 giugno col concerto del sassofonista americano Rick Margitza.

"Bufalino e il suo tempo" è il titolo della mostra che prevede l’esposizione di 47 fotografie analogiche, molte delle quali vintage, su Bufalino e gli incontri di quegli anni. Oltre ai suoi ritratti, nei luoghi di Comiso che frequentava più assiduamente come il circolo culturale, piazza Fonte Diana e altri luoghi pubblici, la mostra è intervallata da fotografie di paesaggio siciliano accompagnate dai suoi versi. Giuseppe Leone lo ha immortalato più volte nella 'sua' Comiso e con i suoi amici scrittori Leonardo Sciascia e Vincenzo Consolo nella tenuta 'La Noce' di Racalmuto, intervistati dalla televisione tedesca.

E’ stato il presidente della Sicily Jazz Music Luciano D’Amico a dare il saluto di benvenuto ai presenti per l’inaugurazione della mostra che è inserita anche nel programma delle celebrazioni del ventennale della morte di Bufalino organizzate dalla Fondazione che porta il suo nome. D’Amico ha spiegato i motivi della scelta di dedicare l’edizione di quest’anno a Bufalino, grande cultore di jazz e vicino alla città di Vittoria sia per aver sposato una vittoriese che per aver insegnato per tanti anni nell’istituto Magistrale ‘Giuseppe Mazzini’. Costanti infatti sono stati nella sua produzione letteraria i riferimenti alla storia del jazz come in “Bluff di Parole”, con la figura di Coleman Hawkins, e in “Argo il cieco”, attraverso i personaggi di Duke Ellington e Sidney Bechet, tanto per citarne alcuni.

Anche il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia e il presidente della Fondazione ‘Bufalino’ Renato Meli sono intervenuti per sottolineare il ruolo positivo svolto da Bufalino come scrittore e intellettuale. Infine l’autore della mostra Giuseppe Leone ha raccontato alcuni aneddoti relativi alla sua amicizia con Bufalino, uomo schivo in pubblico ma che in privato era un affabile conversatore.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif