Lettere in redazione Ragusa 17/06/2016 20:50 Notizia letta: 1372 volte

Perché far giocare i bambini con i petardi?

Riceviamo e pubblichiamo
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-06-2016/perche-far-giocare-i-bambini--con-i-petardi-500.jpg

Ragusa - Salve, sono un cittadino che vuole segnalare un problema reale che sta assumendo contorni sempre più pesanti.

Mi riferisco all’assurda e diseducativa abitudine sempre più in voga di far utilizzare ai bambini giochi esplosivi.

Mi riferisco in particolare al fatto che mentre sotto le feste tutti i giornali e le televisioni fanno giustamente informazione per tentare di impedire che l’utilizzo dei fuochi d’artificio legali e non, possano fare di quella festa l’ennesimo bollettino di guerra con tanto di feriti e morti, in tutto il resto dell’anno si assiste alla divulgazione sempre maggiore fra i bambini di petardini, bombette, fuochi d’artificio minori senza minimamente considerare che tale gioco( si fa per dire visto che il gioco dovrebbe essere il mezzo con cui i bambini imparano a crescere) è assolutamente diseducativo e pericoloso visto che associa sempre più l’idea della festa col l’esplosivo, ma di questo nessuno si preoccupa o fa informazione.

Assistiamo infatti già in loco ogni fine settimana a Marina di Ragusa in particolare ad un fiorire di esplosioni di bombette e soprattutto di petardini che lanciati da bambini di 4/8 anni “allietano” tutte le piazze, i lungomari , le spiagge dopo averli avuto o direttamente dal venditore, o dai loro genitori , che evidentemente si divertono a veder così giocare i loro bambini..

Fermo restando che tale usanza disturba non poco tutte le altre persone che sono intenti nella loro passeggiata si sperava rilassante di fine settimana , e già questo non mi sembra particolarmente corretto, visto che il vivere civile imporrebbe di non invadere la libertà altrui, qualora lo si fa presente agli adulti , pregandoli di far smettere i loro bambini o di farli allontanare, si riceve quasi sempre la classica risposta “E perché non ti sposti tu invece di rompere a me”...

Aggiungo che la presenza di tali botti piccoli od a maggior ragione grandi , terrorizza tutti gli animali domestici e non, che nel pieno rispetto delle norme previste accompagnano i padroni nella loro passeggiata, ed anche in questo caso non mi pare corretto visto che tutti i mezzi di comunicazione si ricordano di ciò anche questa volta solo in presenza di feste ed eventi conclamati tipo fine anno ecc , e dimenticano che a tale barbara usanza si arriva con una lunga fase di apprendistato che parte proprio dall’abitudine a considerare fin da bambini gioco tale usanza , che dovrebbe e potrebbe semplicissimamente essere evitata con un minimo di prevenzione.

Infatti basterebbe far rigorosamente far applicare le prescrizioni di legge relative ai petardini ed a tutte le bombette o giochi d’artificio legali che prescrivono l’assoluta invendibilità ai minori, l’utilizzo lontano da essi, ed a maggior ragione l’utilizzo da parte di essi. Cito testualmente:

Prodotti \"declassificati\" o \"di libera vendita\" ora classificati tra gli esplodenti
Tali prodotti, dalla data del 10 settembre 2011, sono stati \"riclassificati\" tra gli esplodenti e possono appartenere alla IV categoria, V categoria, gruppo C, D o E in funzione della tipologia del prodotto. Solo quelli appartenenti alla V categoria, gruppo D o E possono essere trovati in commercio presso supermercati, cartolerie, tabaccai, ecc… Possono essere acquistati solo dai maggiori di anni 18 e per la V categoria gruppo D, qualora si superi il limite di kg 5 netti, occorre effettuare denuncia del loro possesso alla Autorità di Pubblica Sicurezza. Presso la propria abitazione non possono essere detenuti quantitativi eccedenti i 25 kg in peso lordo

Spero che tale mio appello venga divulgato e fatto osservare da tutte le forze di polizia compresi i vigili urbani od i volontari del traffico, in quanto rappresentano l’ordine pubblico in toto e che il loro compito non è solo instradare il traffico o fare delle multe.

· Non vorrei arrivare a citazioni che a me risultano , ma non ho certezza de visu, ma mi sembra utile ricordare che il tragico episodio che ha rovinato due famiglie a Ragusa, episodio in cui un cane ha azzannato un bambino di 10 anni , guarda caso anche stavolta sembra abbia avuto come corollario scatenante proprio tali bombette, petardini ecc.

· Se come a me risulta si è arrivati alla tragedia perché un cane è stato terrorizzato ed è momentaneamente impazzito per ciò, ritengo estremamente utile chiarire pubblicamente tale frangente, fermo restando che tutto quello che ho già esposto mi sembra estremamente grave, diseducativo ed illegale in ogni caso.

· Grazie per la vostra attenzione, confido in una pronta presa di posizione che eviterebbe questo sì il ciclico ripetersi dei bollettino di guerra ad ogni festa .

Lettera firmata
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg