Attualità Vittoria

Vittoria Jazz Fest, esibizione di Cafiso e Pastor

I concerti

Vittoria - Il sax di Francesco Cafiso ha incantato gli spettatori del Vittoria Jazz Festival. Il fine settimana della kermesse è stato inaugurato ieri pomeriggio nella Chiesa di Sant'Antonio Abate, dall’ispirata performance del direttore artistico, accompagnato dal piano di Mauro Schiavone.

Ieri sera, è stata la volta dell’applaudito concerto del 42enne trombettista spagnolo David Pastor, con il suo "Nu Roots". Sul palco di Piazza Henriquez, il musicista ha suonato in trio, insieme a José Luis Guart al piano e alle tastiere e Toni Pages alla batteria.

Pastor, versatile e virtuoso trombettista, ha creato una fusione tra jazz e altri stili di musica elettrici, partendo dal recupero della tradizione del blues. Ma la sua musica ha omaggiato apertamente anche versioni di pezzi latino-americani, brasiliani e pop-rock. Il trombettista, con “Nu Roots”, ha cercato di conferire nuove sonorità ai temi dei suoi esordi valenciani.

Ieri sera si è conclusa la terza edizione del Vittoria Jazz&Blues Film Festival. La rassegna cinematografica diretta da Giuseppe Gambina si è tenuta nei giorni e nei luoghi del Vittoria Jazz Festival: Piazza Henriquez, alle 21, prima dei concerti. Ieri sera è stato mostrato “La scomparsa di Gesualdo Bufalino – Amaro miele”, un appassionato documentario di Nosrat Panahi Nejad.

“Bufalino, per la mia generazione – ha sottolineato il regista – ha rappresentato un vero e proprio punto di riferimento. Non era solo uno straordinario scrittore era anche un eccezionale affabulatore. I suoi racconti orali e i suoi ricordi costituiscono un vero testo parallelo alla sua letteratura”.

Dopo la visione del film, il musicista Aldo Raffaele ha cantato alcune poesie bufaliniane tratte da “L’amaro miele” e tre suoi pezzi: “Risarcimento”, “Barcarola” e “O mio fiore”.

Oggi, sabato 25 giugno, alle 11.30, al Teatro Comunale “Vittoria Colonna”, è stato il turno di Claudio Giambruno 4et Feat. Alle ore 20.15, la mitica Conturband suona percorrendo la Via Cavour fino a raggiungere Piazza Henriquez. Alle 22, in piazza si esibisce il Chris Cheek 5et, con "Saturday Songs".

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1510057997-3-confeserfidi.gif

La giornata di chiusura del festival, domani, domenica 26 giugno, si apre alle 10.30, con la Conturband, che suona sempre lungo la via principale della città fino a Piazza Ricca. Alle 22, gran finale con il sax alto e il flauto di Francesco Cafiso, sulle musiche di "20 Cents Per Note". Il direttore artistico è accompagnato alla tromba e al filicorno da David Pastor e Alessandro Presti, al trombone da Humberto Amésquit, al sax soprano e al clarinetto da Rino Cirinnà, al sax baritono e al clarinetto basso da Sebastiano Ragusa, al piano da Mauro Schiavone, al basso da Pietro Ciancaglini e alla batteria da Adam Pache.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif