Attualità Scicli 27/06/2016 10:41 Notizia letta: 2774 volte

L'asilo, 50 anni e non sentirli

Festa per bambini e non più bambini
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467018504-0-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467017351-1-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467017351-2-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467017351-4-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467017351-5-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467018504-1-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467018504-0-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467017351-1-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467017351-2-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467017351-4-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467017351-5-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/1467018504-1-l-asilo-50-anni-e-non-sentirli.jpg

Scicli - Ci vuole tutta l’energia e la giovinezza di Suor Evelyn per trasformare una recita dell’asilo in una festa anche per gli adulti. I piccoli alunni dell’asilo Annibale Maria Di Francia sono teneri e adorabili: Interpretano e ballano le famosissime canzoni del film “Mary Poppins” vestiti da spazzacamini e con l’ombrello in mano. I più piccoli, invece, riescono a fare un cerchio sulle note di “Carosello”. Le insegnanti sono lì, pronte a farsi in quattro pur di vederli ballare. E i genitori sono in adorazione, veloci ad effettuare i cambi di costume. Ma ieri sera non è stata solo una recita dell’asilo. E’ stata anche l’occasione per celebrare i cinquant’anni dalla fondazione dell’asilo Annibale Maria di Francia. E allora, perché non far recitare anche gli ex alunni, quelli che ormai bambini non lo sono più da un bel pezzo, e provare a mettersi in gioco? La proposta è stata accolta di buon grado da molti di loro. Ed è così che è stata festeggiata la fondazione dell’asilo di Jungi, con un gruppo di adulti che hanno riscoperto un fanciullino di pascoliana memoria dentro di loro. Almeno per un giorno. Hanno recitato la vita e le opere di Annibale Maria Di Francia,  il fondatore delle congregazioni dei rogazionisti del Cuore di Gesù e delle figlie del Divino Zelo. Di nobile famiglia messinese, rinunciò a tutti i beni e trascorse molto tempo nel degradato quartiere Avignone aiutando poveri e malati: è stato proclamato santo da papa Giovanni Paolo II nel 2004. Ed è la rappresentazione di questa umanità degradata a suscitare il maggior interesse da parte del pubblico: gli ubriaconi alla taverna, recitano in dialetto la loro fame di pane, mentre un gruppo di donne intente a filare e a cuocere gli avanzi per sbarcare il lunario, si offre volontario per aiutare gli ammalati e i ciechi spinte dal carisma del presbitero. Un testo semplice, una rappresentazione lineare, eppure potente: pathos? Sicuramente. Divertimento? Senza dubbio. Due elementi che hanno consegnato la giornata di ieri agli annali dell’asilo. 

Irene Savasta