Sport Santa Croce Camerina 27/06/2016 19:37 Notizia letta: 2475 volte

Regata Optimist a Caucana

Due giorni di competizione in acqua nel fine settimana
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-06-2016/regata-optimist-a-caucana-500.jpg

Santa Croce Camerina - Il vero vincitore, al termine di una due giorni emozionante e divertente, è stato lo sport. Si è conclusa ieri pomeriggio la IV prova della regata classe Optimist riservata agli atleti cadetti e juniores del comitato Settima zona Fiv, che si è svolta questo fine settimana al Circolo Velico Kaucana. Decine i ragazzi che hanno partecipato, in compagnia degli allenatori e degli accompagnatori, in molti casi gli stessi genitori che con grande passione hanno tifato per loro dalla spiaggia antistante lo specchio d’acqua dove si è tenuta la gara. Ottanta giovani, nati dal 2005 al 2008 per la classe dei cadetti e dal 2001 al 2004 per gli juniores, provenienti dalla Sicilia e dalla Calabria hanno così trascorso due giornate all’insegna dello sport, del divertimento, ma anche della sana competizione, nonostante sabato le condizioni meteo non siano state favorevoli. Questa la classifica finale: per la categoria “Juniores” primo classifico Matteo Canova, secondo Corrado Franzò, terzo Ruggero Rainieri. Tutti e tre provenienti dal Circolo Nautico Nic di Catania. Per quanto riguarda invece la categoria “Cadetti”, al primo posto si è classificato Gioele Riccobono del Circolo della Vela Sicilia, al secondo posto Alessandra Grasso, mentre al terzo Saverio Tosto, entrambi del Circolo nautico Nic di Catania. Buoni risultati anche per quanto riguarda gli atleti del Circolo Velico Kaucana: per la categoria “Juniores” Carlo Dipasquale si è classificato al 19° posto, mentre Alessio Scribano e Alessandro Iacono rispettivamente al 23° e 24° posto. Per la categoria “Cadetti” invece Francesco Arezzo si è classificato al 23° posto, Giulia Scribano al 25° e Enrico Rozzo al 30°. Soddisfatti gli organizzatori della prova, il nuovo direttore sportivo del Circolo Velico di Kaucana, Luca Salvo, e il presidente Salvatore Schembari, entrambi molto attenti alle attività sportive, e in particolare alla vela, rivolte ai giovani. “Lo sport - hanno infatti commentato durante la premiazione - è fondamentale nel percorso di crescita dei più piccoli, per i valori che insegna: lo spirito di squadra, ma anche il giusto atteggiamento nell’affrontare le sfide, la vittoria e soprattutto la sconfitta. Lo sport è scuola di vita, a partire dai sacrifici che ogni allenamento richiede, soprattutto in una attività, come la vela, in cui in inverno si è comunque costretti ad allenarsi all’aperto”. Contenti ed entusiasti anche i ragazzi che hanno trascorso un fine settimana in compagnia dei loro compagni di squadra e di altri giovani, accomunati dalla stessa passione per il mare.

Redazione