Attualità Scicli 10/07/2016 03:05 Notizia letta: 3830 volte

Signor Giudice, assolva Susino. La storia li ha condannati

Nessun messaggio di solidarietà dai responsabili
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-07-2016/signor-giudice-assolva-susino-la-storia-li-ha-condannati-500.jpg

Scicli - Signor giudice, la storia ha condannato quell’esperienza politica, quella dei cosiddetti “responsabili”; non serve una condanna penale per l’ex sindaco.

Qualcuno prima o poi doveva pur scriverlo un commento sul processo Eco, quello che vede imputato per concorso esterno anche l’ex sindaco Franco Susino.
Insomma, il processo che ha determinato lo scioglimento del consiglio comunale e poi il commissariamento del Comune di Scicli.
Un processo che si prepara a somministrare qualche centinaio di anni di soggiorno nelle patrie galere per tutti gli imputati. L’accusa è di quelle pesanti: mafia.
Sette, sono gli anni di carcere che il PM ha chiesto per l’ex sindaco.
Ex, appunto. Ex, la particella latina che esprime tutto e non dice niente sulla posizione sociale, politica, riscontrabile nel passato di un uomo. Ex, sindaco.
Ma quando mai Franco Susino ha capito quale era il cavallo a dondolo in cui s’era seduto nella giostra dei rancorosi?
Eletto con larga maggioranza in consiglio comunale, rinnegò presto chi l’aveva sostenuto e fatto eleggere per un abbraccio politico col gruppo dei “responsabili” che, a conti fatti, si rivelò fatale.

Per l'appunto, dove sono finiti i responsabili? Come mai non hanno aperto bocca dopo la richiesta di condanna a sette anni per il sindaco che avevano sostenuto e spalleggiato fino al giorno dello scioglimento per mafia del civico consesso?
Spariti. Dissolti nel nulla. Eclissati.
Nessun conforto all’ex sindaco dagli ex consiglieri, nessun sostegno dagli ex assessori. Il popolo degli ex, insomma, tace.
Per comodità politica, per tentare di smarcarsi dalla temuta condanna, che porterebbe anche loro dietro la lavagna, in punizione permanente.

E siccome a noi ci piace stare scomodi e vivere di scocciature, l’incoraggiamento a Franco Susino lo dà Ragusanews.
E ci appelliamo alla Corte che dovrà giudicarlo senza alcun intermediario, in modo esplicito, diretto: Giudice, assolva Franco Susino.
L’ex Sindaco avrà pure preso qualche abbaglio durante il suo mandato politico, si sarà incagliato in qualche equivoco, non lo mettiamo in dubbio, ma non è un mafioso e non può essere giudicato tale.

Altro sono le intercettazioni ambientali, che dimostrano come alcuni consiglieri comunali avessero rapporti, tutt’altro che saltuari, con Franco Mormina, il capobanda.
Di questo i giornali di famiglia però non parlano.
Lo scioglimento del Comune era dovuto, in ragione di quei rapporti fra Mormina e alcuni esponenti politici, ma una condanna pesante per mafia a Susino sarebbe una enormità.

La storia ha condannato quella esperienza, come quella dell’amministrazione dei parolai, buoni a mandare mail e messaggini Whatsapp, incapaci di fare e produrre atti concreti, buoni a provare invidia e livore, meschinità e bassezze. E a commissionare mobili da 20 mila euro per arredare una stanza del Comune giudicata disadorna.
Ma queste cose non sono contemplate dal codice penale.

Socrathe
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg