Attualità Ragusa 12/07/2016 15:39 Notizia letta: 1653 volte

Ragusa, inaugurato l'ascensore di via Roma

La struttura era stata ultimata nel 2006
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-07-2016/ragusa-inaugurato-l-ascensore-di-via-roma-500.jpg

Ragusa - Finalmente operativo da oggi l'ascensore pubblico di Via Roma che collega la centrale arteria della città con la sottostante via Natalelli. La struttura ultimata nel lontano 2006, collaudata dal punto di vista statico nello stesso anno e con collaudo amministrativo rilasciato nel 2007, non è mai entrata in esercizio per la mancanza del procedimento autorizzativo necessario. L'Amministrazione comunale quindi al fine di sfruttare l'opera pubblica ha ritenuto opportuno risolvere tutta una serie di complessi problemi di natura burocratica a cui si sono aggiunti i lavori di aggiornamento tecnico necessari affinché l'ascensore potesse rispondere ai requisiti di legge richiesti dalla normativa in materia. A mettere in funzione ed inaugurare l'ascensore stamane quindi è stato il sindaco Federico Piccitto che come primo utente, assieme al vice sindaco con delega ai centri storici, Massimo Iannucci ed all'assessore ai lavori pubblici, Salvatore Corallo, ha utilizzato la struttura salendo da via Natalelli fino a Via Roma. Prima di tagliare il classico nastro inaugurale il primo cittadino ha ringraziato gli assessori, funzionari e tecnici che che si sono prodigati per risolvere le complesse problematiche che si erano presentate. “Oggi - ha dichiarato il sindaco Federico Piccitto - con la messa in esercizio dell'ascensore di via Roma eliminiamo una “ferita” da tanto tempo aperta nel centro storico della città. La struttura, dotata di
sistema di videosorveglianza, potrà essere utilizzata liberamente, dalle ore 7 alle ore 21, da quanti vorranno raggiungere via Roma da via Natalelli e viceversa. L'ascensore sarà inoltre un ottimo strumento di collegamento tra la via centrale della città e la sottostante Vallata Santa Domenica che contiamo quanto prima di rendere fruibile alla cittadinanza facendola diventare un parco
urbano”.

Redazione