Attualità Scicli 19/07/2016 10:22 Notizia letta: 1874 volte

Le piattaforme petrolifere pagheranno l’Imu

Come qualsiasi altra attività commerciale
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2016/le-piattaforme-petrolifere-pagheranno-limu-420.jpg

Scicli - Il Viceministro dell’Economia Enrico Zanetti ha dato il suo parere favorevole in commissione Attività Produttive della Camera anche se sull’argomento si era già espressa la corte di Cassazione con un recente sentenza  (la 3618/2016). Il governo dovrà poi approvare gli emendamenti che recepiscono tale risoluzione. Dopo l’approvazione del decreto, quindi, gli enti locali potranno (e dovranno) finalmente tassare le piattaforme. Per i Comuni si tratta di un bel tesoretto da cui attingere. Fra questi il Comune di
Scicli, dove insiste la piattaforma Vega. La scorsa estate la Guardia di finanza ha presentato a Edison ed Eni un verbale da 30 milioni di euro a causa del mancato versamento dell’imposta sugli immobili per il Campo Vega, la più grande piattaforma petrolifera in Italia. Le sorti dei contenziosi aperti, tra cui anche quello del Comune di Scicli, saranno inevitabilmente segnate proprio da questa decisione, oggi più che mai positiva.

Con l'ok del ministro, il Governo s’impegna a rendere più chiaro e uniforme il quadro normativo relativo alla imponibilità delle piattaforme; una necessità evidenziata dopo una sentenza della Corte di Cassazione del febbraio scorso, che ha sancito l'assoggettabilità delle strutture a mare alle imposte comunali come Imu e Tasi. Nonostante la sentenza, le imposte non sono state ancora pagate, perché non è chiaro quale debba essere la base di calcolo. Poiché le piattaforme sorgono in mare, non sono
accatastabili e il primo giugno il ministero dell'Economia e delle Finanze, con un'altra risoluzione, aveva sottolineato che è «l'Istituto idrografico della Marina» e non «l'amministrazione del catasto e dei servizi tecnici erariali», l'organo cartografico dello Stato designato al rilievo sistematico dei mari italiani e per queste ragioni, allo stato attuale, non sarebbe possibile applicare l'Imu e la Tasi sulle piattaforme petrolifere. La risoluzione adottata dalla Commissione parlamentare, martedì scorso va in direzione opposta: il valore da assoggettare all'imposta sugli immobili va desunto dai bilanci. Dunque, la valutazione delle piattaforme trova riscontro sui libri contabili.

Redazione