Attualità Ragusa 27/07/2016 09:43 Notizia letta: 1730 volte

Cna, primo distretto transfrontaliero

I risultati del progetto
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-07-2016/cna-primo-distretto-transfrontaliero-500.jpg

Ragusa - Sono stati presentati ieri a Poggio del Sole  i risultati di due progetti finanziati nell’ambito del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia Tunisa. Presenti, di fronte ad una platea composta da imprese, addetti ai lavori e associazioni di categoria, il Presidente della Camera di Commercio di Ragusa, Giuseppe Giannone, Il Presidente Regionale di CNA, Pippo Cascone, il Presidente di Lega Coop Ragusa Giuseppe Occhipinti, il Presidente CLAI Ragusa, Giovanni Occhipinti, il Direttore di Confcooperative Emanuele Lo Presti, il Presidente del Distretto Lattiero Caseario Siciliano Enzo Cavallo, il Direttore Antonino Scivoletto i vertici delle CNA Territoriali di Ragusa, Agrigento e Trapani.

CNA Ragusa, capofila di entrambi i progetti, ha fatto gli onori di casa introducendo la presentazione dei risultati concreti raggiunti nei 18 mesi di orizzonte progettuale.

Nell’ambito del Progetto DASF sono stati illustrati i lavori preparatori e il distretto transfrontaliero costituito da 42 imprese, 20 siciliane e 22 tunisine, selezionate dopo un lungo percorso di animazione territoriale. Assieme al Distretto sono stati illustrati gi strumenti di sviluppo di cui lo stesso è stato dotato: una moderna piattaforma tecnologica, vera sede virtuale dell’aggregazione di imprese con funzioni di community, vetrina commerciale e laboratorio di buone prassi di produzione e gestione; il Patto di Sviluppo triennale con 5 assi di programmazione per interventi di sistema a supporto della crescita diffusa per gli associati; le prospettive di crescita in vista del riconoscimento ufficiale da parte delle autorità governative.

Per il progetto ENTREPART l’attenzione è stata concentrata sulla creazione di un meccanismo di cooperazione transfrontaliera capace di generare opportunità per le imprese artigianali delle due sponde, di facilitare la ricerca di nuovi partner, di supportare la creazione di nuove attività e di reti per la cooperazione transfrontaliera. 22 imprenditori e artigiani tunisini ed altrettanti siciliani hanno percorso un’attività di scambio, generando 14 accordi di cooperazione. Una comunità di pratica, e due strumenti di supporto per la creazione d’impresa e/o di joint venture, sono state create e messe a disposizione del mondo imprenditoriale.

Due scommesse vinte per la Logos Società Cooperativa, il cui Presidente Rosario Alescio è intervenuto ai lavori sottolineando il patrimonio di competenze ed esperienze messe a disposizione in fase di progettazione e successivamente di assistenza tecnica alla costituzione del distretto. Dopo anni di affiancamento e assistenza ai distretti produttivi siciliani, Logos, grazie al ruolo di rete esercitato da CNA, ha lanciato con successo il progetto pilota transfrontaliero. L’inizio di una sfida ancora lunga ma, come si è visto oggi, carica di potenzialità di sviluppo ineguagliabili. Il Presidente Santocono ed il segretario Brancati hanno condiviso l’idea, pubblicamente, di andare avanti verso il percorso virtuoso intrapreso nel consolidare i rapporti fra le imprese delle due sponde del Mediterraneo.

Ha concluso i  lavori il responsabile CNA nazionale per le politiche d’internazionalizzazione Antonino Franceschini, apprezzando il lavoro e sottolineando il ruolo di punta che la CNA Ragusa ha nello sviluppo delle relazione tra l’Italia e la Tunisia.

Redazione