Sport Ragusa 01/08/2016 23:15 Notizia letta: 2551 volte

Regata circolo velico Kaucana, vince la coppia Criscione - Iozzia

Si è svolta il 31 luglio
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/01-08-2016/regata-circolo-velico-kaucana-vince-la-coppia-criscione-iozzia-420.jpg

Ragusa - Nella giornata di ieri, 31 luglio, si è svolta nel mare antistante il Circolo Velico Kaukana, la quarta prova del campionato zonale classe 4.70. Sei equipaggi si sono presentati alla partenza provenienti dalla fascia costiera orientale della Sicilia, da Siracusa a gela. Il mare calmo, il vento debole hanno reso la regata decisamente più complessa e difficile per i partecipanti costretti a cogliere nel migliore dei modi le flebili raffiche di vento. Dopo ben tre prove, supervisionate dal presidente del comitato di regata dott. Alfonso Lupo che è stato anche il giudice di regata, si è conclusa la prova di campionato. Primo posto per la coppia Criscione Enrico-Iozzia Piero, giovani promesse del Circolo di Kaukana, secondo posto per Criscione Giovanni-Garofalo Salvatore, terzo posto per Agricola Francesco – Correnti Antonino, quarto posto per Salafia Emanuele-Falcone Giuseppe, quinto posto per Ridolfo Rosario-La Medica Danilo ed infine sesto posto per Sansone Enrico-Fazzino Salvatore. Non sono mancati i soddisfatti commenti da parte dell’equipaggio vincitore appartenente al circolo presieduto da Salvatore Schembari che dichiara: “Iozzia e Criscione sono frutto del vivaio del Circolo Velico Kaukana che ha sempre portato avanti una tradizione di giovani atleti “fatti in casa”. Vincitori fin da giovanissimi a bordo della classe optimis, sono parte anche dell'equipaggio del Circolo Velico Kaucana  che si è  classificato 2° a Cagliari nel 2012 e 3° a Follonica ne 2015 nei campionati nazionali giovanili classe 555. Stante la loro bravura, unitamente alla loro passione per tale sport, il direttore sportivo  Luca Salvo e il direttore tecnico Giovanni Flaccavento stanno puntando su di loro anche per formare i nuovi atleti del Cvk. Insomma il duro e comune lavoro sta dando i frutti sperati”.

 

 

Redazione