Attualità Comiso 07/08/2016 12:04 Notizia letta: 3119 volte

Comiso, quel panorama a metà fra barocco e stato d'abbandono

Riflessioni a voce alta
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/1470566068-1-comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono.jpg&size=667x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/1470566068-2-comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/1470566068-3-comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/1470566068-4-comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/1470566068-5-comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/1470566068-1-comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/1470566068-2-comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/1470566068-3-comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/1470566068-4-comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2016/1470566068-5-comiso-quel-panorama-a-meta-fra-barocco-e-stato-d-abbandono.jpg

Comiso - Qualsiasi viaggiatore che si rispetti, amante del barocco, non può non fare tappa in provincia di Ragusa. E una delle tappe preferite è sicuramente la città di Comiso. Ricca di storia, cultura, personalità letterarie e artistiche, la città casmenea non è certo diventata famosa solo per l'aeroporto. Le cupole illuminate, le chiese barocche, la gradevole area pedonale che si disloca da piazza Fonte Diana fino alla chiesa Madre, rendono questa cittadina piacevole da visitare durante una sera estiva.  Il viaggiatore resta ammirato dalla bellezza della facciata della chiesa Madre, una volta dedicata a Santa Maria delle Stelle e a Santa Maria del Mulino, per la vicinanza con un antico mulino ad acqua. La facciata ben illuminata, le panchine per potersi riposare e ammirare lo splendido panorama che, sulla sinistra, permette di vedere la cupola dell'Annunziata, maestosa e splendidamente illuminata, sono un piacevole ristoro per gli occhi.  In basso, se ci si affaccia alla fine del percorso pedonale, il viaggiatore ammira piazza delle Erbe o del Mercato Vecchio. Un brulicante chiacchiericcio si alza dai commensali dei ristoranti e sembra quasi di sentire il profumo delle pietanze ergersi dal basso. Ma se malauguratamente il viaggiatore si affaccia dal lato sinistro, non può che restare  basito da una presenza che cozza con l'intero panorama. Un tetto completamente sfondato in alluminio e le travi di legno completamente divelte. E per quanto una persona si sforzi di capire il significato di tale stato d'abbandono, nessuna risposta degna di questo nome è stata capace di essere soddisfacente. Resta dunque un enorme "Perchè?". Perchè una passeggiata pedonale, così curata nei minimi dettagli, viene rovinata da un obbrobrioso panorama sul lato destro? Che sensazione può avere mai un turista qualsiasi che arriva in chiesa Madre, si affaccia dal parapetto della passeggiata e guarda questa curiosa accozzaglia d'arte contemporanea, questa strana mischellanea di barocco e stato d'abbandono? Chiediamo, facciamo domande agli avventori che si aggirano per la strada. Ci viene detto che si tratta di un antico lavatoio pubblico. Riguardiamo: la vista, per quanto ci si possa sforzare, resta un pugno nello stomaco.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg