Attualità Chiaramonte Gulfi 11/08/2016 10:37 Notizia letta: 88 volte

Olio. Un'annata difficile

Parla Salvatore Cutrera
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-08-2016/olio-un-annata-difficile-420.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-08-2016/1470904850-1-olio-un-annata-difficile.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-08-2016/olio-un-annata-difficile-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-08-2016/1470904850-1-olio-un-annata-difficile.jpg

Chiaramonte Gulfi - “Un’ottima annata? Difficile dirlo. E’ ancora un enorme punto interrogativo”. Parla così Salvatore Cutrera della Frantoi Cutrera, l’azienda olearia più premiata al mondo e che attualmente esporta in 45 Stati. Come andrà l’annata per l’oro verde? Tutta la provincia, aspetta una cosa che, al momento, stenta ad arrivare: la pioggia.  I segnali sono inquietanti e già da due anni la produzione di olio nel territorio ragusano è in calo. Il motivo? Poche piogge e troppa umidità nel periodo della fioritura, intorno al mese di maggio. Salvatore Cutrera spiega i motivi di questo calo e, soprattutto, cosa bisogna aspettarsi per questa annata.


E’ possibile fare delle previsioni per l’annata?

“E’ ancora troppo presto e quindi tutto è un enorme punto interrogativo. Si spera che possa piovere perché se piovesse, in qualunque momento, non solo si potrebbero risollevare le sorti per il 2016 ma anche per il 2017. Attualmente siamo in emergenza perché non piove da mesi. E’ vero che molti pensano che questa sarà un’annata disastrosa, ma se piovesse tutto si potrebbe risollevare”.

Quali sono le percentuali?

“Siamo circa un 40% in meno rispetto ad un’annata di carica. Bisogna anche considerare che questo è il secondo anno di magra. L’anno scorso a Chiaramonte, rispetto ad resto della Sicilia, abbiamo avuto poca produzione. Quindi, per noi sarebbe il secondo anno consecutivo di scarsa produzione”.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1510733031-3-citroen.jpg

A che cosa sono dovuti questi cicli di scarsa produzione?

“La tonda, la nostra cultivar, soffre di un problema: non sopporta le basse temperature e le nebbie. Se durante la fioritura, cioè a maggio, si verificano questi fattori climatici, incide in maniera negativa sul raccolto. Anche quest’anno, purtroppo, a maggio ha fatto freddo. D’altra parte, non deve verificarsi il problema inverso: se piove tanto, l’oliva s’ingrossa e si carica di acqua. I polifenoli si abbassano e le qualità organolettiche peggiorano. Ma la nostra tecnologia a due fasi ci permette di sopperire a queste mancanze. In un’annata difficile si vede la bravura del frantoiaro”.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif