Attualità Scicli 22/08/2016 10:40 Notizia letta: 4265 volte

Taranta, voto 8, ma l'anno prossimo si tenti il 9

12 mila presenze complessive
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-08-2016/taranta-voto-8-ma-l-anno-prossimo-si-tenti-il-9-420.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-08-2016/1471855421-1-taranta-voto-8-ma-l-anno-prossimo-si-tenti-il-9.jpg&size=755x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-08-2016/taranta-voto-8-ma-l-anno-prossimo-si-tenti-il-9-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-08-2016/1471855421-1-taranta-voto-8-ma-l-anno-prossimo-si-tenti-il-9.jpg

Scicli – Il ritmo tarantolato piace. Piace agli sciclitani, ma piace anche a tutto il resto della Provincia.

Perché sabato sera, in occasione del Taranta Sicily Fest, la città ha ospitato circa 12 mila presenze complessive. Non  tutti e 12 mila hanno partecipato ai concerti  in via San Bartolomeo, ma l’occasione è stata propizia per visitare Scicli. Seimila persone circa, invece, hanno assistito ai concerti, terminati all’1 e 30 circa del mattino.

Per la prima volta, i ristoranti hanno effettuato 4 turni serali per accontentare le richieste, mentre un locale pubblico, a mezzanotte, ha terminato l’acqua potabile a causa dell’inadeguatezza dei propri serbatoi.

Lo spettatore tipo di sabato sera è un giovane di cultura medio-alta, fra i 20 e i 35 anni. Sono arrivate persone da ogni parte della Provincia, ma non solo: tantissime anche le presenze da Catania e Siracusa. Data la fortissima presenza di turisti, in questa occasione, si potrebbe pensare di organizzare un festival in tre giornate, piuttosto che concentrare gli eventi in un’unica serata, con il rischio di far implodere servizi che la città offre. 

E visto che Eugenio Bennato, 68 anni e laurea in fisica,  è ritornato in città dopo nove anni d’assenza, assistere al concerto è stato quasi un obbligo.

Il cantante folk, fratello del più pop Edoardo, appare un po’ sotto tono rispetto agli anni scorsi. Conferma che il tempo passa per tutti.

Anche la scelta della scaletta lascia un po’ perplessi: concentrare i pezzi di maggiore successo durante gli ultimi 25 minuti di concerto, invece di inframmezzarli a brani meno noti, non ha reso molto alla causa.

Resta un piacere assistere allo spettacolo, soprattutto per la grandissima interpretazione della sua vocalist, Sonia Totaro: cantante sopraffina e ballerina sorprendente, è lei la vera star del concerto. Un appunto tecnico: inadeguato il service musicale. 

Non è possibile far fischiare i microfoni a Eugenio Bennato dieci volte durante la sua esibizione.

L’organizzazione ha deciso di devolvere parte del ricavato del biglietto (7 euro), in favore dei minori del centro diurno del SS. Rosario di Scicli. Iniziativa encomiabile.

Sorprende ascoltare i responsabili della manifestazione usare toni di accusa, dal palcoscenico, per il fatto che il Comune non contribuisce minimamente a sostenere la causa del Centro diurno.

Tutti sanno che per anni è stata  devoluta una cospicua somma (oggi, in tempi di crisi il Comune non può sostenere il servizio) e, fino a prova contraria, l'amministrazione comunale permette ad un evento importante come il Taranta Sicily Fest di avere luogo ogni anno.

Inelegante sputare nella casa di cui si è ospiti. 

Dopo il concerto di Eugenio Bennato, ci siamo allontanati e per questo non si è possibile esprimere giudizi sui successi eventi musicali della serata.

Esperienza da ripetere, con minime correzioni, che ci siamo permessi di suggerire.

Foto: Salvatore Pluchino

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg