Appuntamenti Vittoria

Video Lab Fest, omaggio a Donatella Finocchiaro

Fino al 28 agosto

Vittoria - «Il VideoLab Film Festival esiste, resiste ancora e approda, finalmente, alla propria maturità». Parola del giornalista Andrea Di Falco, fondatore e direttore artistico della kermesse cinematografica internazionale giunta alla diciottesima edizione.

Il festival quest’anno omaggia un’interprete totale del cinema contemporaneo: Donatella Finocchiaro, Attrice Protagonista del Cinema d’Arte.

«Come sostiene larga parte della  critica – sottolinea Di Falco – l’attrice catanese è la dimostrazione di un cinema che diventa personificazione della realtà. Creatrice di un  personale ciclo di donne forti e dolenti, attraverso i suoi film, riscrive un coerente paesaggio narrativo d’impegno civile. Finocchiaro presenta due dei lungometraggi che l’hanno consacrata: Angela di Roberta Torre, ideale filo rosso che lega il festival alla propria storia (nel 2013, al VideoLab, la regista di Tano da morire è stata “eletta” maestra del cinema d’arte) e Terraferma di Emanuele Crialese, un film che racconta l’umanità migrante attraverso la solidale “legge del mare” praticata dai pescatori siciliani. Ma Finocchiaro mostra anche un’opera del suo cinema breve: Capolinea di Mario Cosentino».

Sono 352 i corti arrivati al Comitato di direzione e selezione del VideoLab. Diciotto quelli ammessi al concorso. Ventotto i film presenti, inclusi lunghi, corti e documentari. Per un totale di undici ore e quindici minuti di proiezione nelle quattro serate del festival. Il VideoLab, con ingresso gratuito, si tiene a partire dalle 20.30, al Museo archeologico regionale di Kamarina, da giovedì 25 a domenica 28 agosto 2016.

Il festival quest’anno si svolge con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura e agli Spettacoli della Città di Vittoria e con il sostegno di Damigella Pasta e farine biologiche.

Sergio Di Falco è il presidente di Laboratorio 451, l’associazione che organizza il festival. Il regista e scenografo Manuel Giliberti è il presidente onorario del VideoLab. Il Comitato di direzione e selezione è composto da Elisa Ragusa, Chiara Pitti, Francesco Savarino, Giuseppe Gambina. La promozione è curata da Gianluca Messina, Teresa Savarino e Giovanni Finistrello. La regia del festival è firmata da Gianluca Salvo.

«Il VideoLab – sostiene Di Falco – rivendica la propria vocazione mediterranea. E si rivolge agli autori di cinema del Mare Nostrum che si occupano di finzione e di documentazione».

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif

Il festival, nella sezione OltreCinema, accoglie la ricerca dello storico del cinema Sebastiano Gesù, attraverso un libro, un documentario e una mostra di foto e di manifesti: Il deserto e il grido. Pasolini e l’Etna.

Nella stessa sezione, il VideoLab ospita un autore che continua il proprio percorso nel cinema documentario. Carmelo Nicotra e la “sua” Grecia: un’idea che circola per il mondo.

La sezione OltreCinema figura anche Collezione Virgadavola ovvero L’arte del carretto siciliano, un documentario che racconta la storia del cantastorie e pittore Giovanni Virgadavola.

Sebastiano Gesù presiede la giuria chiamata a scegliere il Miglior Cortometraggio Mediterraneo. Gli altri giurati sono la produttrice Chiara Ottaviano e la giornalista Federica Molè.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif