I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Venerdì 09 Dicembre 2016 - Aggiornato 09/12/2016 00:07 - Online: 563 - Visite: 41353892

 

10/09/2016 20:00

Notizia letta: 1404 volte

Il vino? E' una terapia

Wine show

Il vino? E' una terapia
 
 

Ragusa - Ricordate il detto che dice che un bicchiere di vino al giorno fa bene? In verità le proprietà benefiche del nettare degli dei sono ancora maggiori di quel che si possa immaginare al punto tale che si può addirittura parlare di “vinoterapia”.

E a questo è ispirato il primo convegno nazionale che si svolgerà domani pomeriggio al castello di Donnafugata in occasione della seconda edizione del Wine Show Festival. La “vinoterapia è stata sviluppata nella regione di Graves, vicino a Bordeaux (Francia), dove si trovano alcune tra le più antiche aziende vinicole in Europa. I precursori sono stati Mathilde Cathiard e Bertrand Thomas. Questo trattamento, al di là di quel che si possa immaginare, non è da considerarsi come un trattamento medico tradizionale. Ma vi sono proprietà benefiche che vanno ben sottolineate. Il vino, opportunamente miscelato con altre sostanze come il succo di limone, varie erbe aromatiche, ecc., avrebbe qualche effetto positivo sull’uomo, perfino un'azione antibatterica, calmante, emolliente, antirughe. Fin dall'antichità si è pensato che il vino e l'uva potessero avere delle proprietà terapeutiche. Secondo i fautori di questa disciplina, è nella fermentazione dell'uva che si formano gli ingredienti di tali supposte benefiche azioni. Se ne parlerà con relatori specialisti nel convegno in programma domani 11 settembre alle ore 19. Alla presenza del dott. Fusco e della dott.ssa Perrino della Tenuta Ippocrate (Irpinia), si parlerà della “vinoterapia” e della sua possibile e facile applicazione. Intanto la rassegna prosegue all’antico maniero con grande successo, in particolare sono seguitissimi i cooking show dello chef Daniele Reponi così come i visitatori restano favorevolmente colpiti dalla simpatia, praticamente innata, dell’attore Angelo Russo, ovvero l’agente Catarella della fiction “Il commissario Montalbano”. Ma è soprattutto il vino, in tutte le sue declinazioni, il vero ed assoluto protagonista con le numerose cantine presenti, in particolare quest’anno c’è un focus su Toscana ed Emilia Romagna, che permettono, insieme ai vini del territorio, di poter garantire un’offerta variegata e di straordinaria attrattiva. Ieri, intanto, grande attenzione per la presentazione del romando “Campanella” di Maria Cristina Sarò a cui ha fatto seguito un reading. Il festival si concluderà domenica sera con tante iniziative, mostre, attività, intrattenimenti. Il festival gode del sostegno di supporter e di diversi partner di servizio. Un ringraziamento va al Comune di Ragusa che ha rilasciato le necessarie autorizzazioni, all’associazione “Le donne del Vino” e all’associazione “In viaggio con Goethe”. L’ingresso al Wine Show Festival è gratuito. Gli orari delle visite e delle degustazioni sono: 10.00/13.00 – 18.00/22.00.

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+