Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Sabato 25 Febbraio 2017 - Aggiornato 25/02/2017 16:58 - - Visite: 41472262

 

18/09/2016 15:04

Spaccio, arrestati Salvatore Di Cataldo e Filippo D'Amico

Operazione avvenuta ieri

Spaccio, arrestati Salvatore Di Cataldo e Filippo D'Amico Spaccio, arrestati Salvatore Di Cataldo e Filippo D'Amico  
 
Modica - Sono stati arrestati ieri durante un blitz antidroga Salvatore Di Cataldo, 48 anni, modicano, operaio, già noto alle forze dell'ordine e Filippo D'amico, 45anni, originario di Noto ma da tempo residente a Modica, nullafacente.   I due, dopo essere stati sottoposti ad una perquisizione personale, sono stati ritrovati in possesso di droga. In casa di D'amico,  ben nascosto in un mobile della camera da letto, un involucro contenente circa 7 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” che è stato immediatamente recuperato e sottoposto a sequestro, invece, presso il domicilio di Di Cataldo, i militari hanno rinvenuto circa 700 grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish” suddivisa in diversi panetti, materiale per il taglio ed il confezionamento dello stupefacente nonché alcune munizioni per pistola di vario calibro detenute illegalmente, il tutto sottoposto a sequestro.   I due sono stati arrestati per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e Di Cataldo anche per la detenzione illegale del munizionamento.     Su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, dott. Marco Rota,  D’Amico è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione mentre  Di Cataldo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa.

Irene Savasta

+
La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.