I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Lunedì 05 Dicembre 2016 - Aggiornato 04/12/2016 23:52 - Online: 178 - Visite: 41187754

 

24/09/2016 15:08

Notizia letta: 3045 volte

Strage di Vittoria, rigettati i ricorsi di Billizzi e Gammino

La strage avvenne il 2 gennaio 1999

Strage di Vittoria, rigettati i ricorsi di Billizzi e Gammino
 
 

Vittoria - La V sezione della corte di Cassazione  ha rigettato ieri  i ricorsi di Carmelo Billizzi  e  Gianluca Gammino, confermando la condanna a 12 anni ciascuno, emessa l'anno scorso dalla corte di Assise di Appello di Catania. Si conclude così definitivamente il terzo processo a carico dei responsabili della strage di Vittoria, avvenuta il 2 gennaio 1999 al Bar Esso. 

All'udienza erano  presenti per le parti civili l'avv. Enrico Schembari per il comune di Vittoria, l'avv. Daniele Drago per i parenti delle vittima Motta, e l'avvocato Giuseppe Nicosia  in rappresentanza di  14 parti civili dei familiari di Ottone, Salerno  e Nobile.  L'avvocato Giuseppe Nicosia ha insistito nella difesa depositata con comparsa scritta conclusionale in Cassazione, affinchè i concessi benefici della legge sui pentiti non vanificassero il senso della pena nei confronti di efferati assassini che erano gia stati condannati alla mite pena di 12 anni e volevano che tale condanna venisse ulteriormente ridotta a 7.

"Avrei ritenuto un vero insulto alle vittime questa ulteriore riduzione di pena e quindi considero positivo che la Cassazione abbia rigettato le loro richieste ed abbia confermato almeno la pena a 12 anni di carcere", spiega l'avvocato Nicosia.  "Queste ultime due condanne,  troppo miti per due pluriomicida anche se collaboranti - e molto ci sarebbe da riflettere sull'eccesso di premialità di cui a volte godono per la legge sui pentiti - si aggiungono a quelle per ergastolo già comminate nei precedenti processi ai vari Piscopo, Mangione, La Rocca, Emanuello".

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+