Giudiziaria Santa Croce Camerina 26/09/2016 10:37 Notizia letta: 6985 volte

Veronica: punite me, ma anche l'omicida. Stival: troppo fango

Le prime dichiarazioni di Veronica
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-09-2016/veronica-punite-me-ma-anche-l-omicida-stival-troppo-fango-420.jpg

Ragusa - Il procedimento si svolge a porte chiuse e a rivelare l'affermazione dell'imputata è stato il suo legale, l'avvocato Francesco Villardita. "Non voglio esimermi dalle mie responsabilità - ha detto Veronica Panarello secondo quanto riferito dal penalista - e voglio essere punita, ma voglio essere punita per quello che ho commesso e non per quello che non ho fatto. Non posso dire assolutamente, neanche sotto costrizione, di essere stata io a uccidere mio figlio. Se ci sono responsabilità mie pagherò, ma con me - ha aggiunto l'imputata - deve pagare anche l'esecutore materiale del delitto che è mio suocero". L'udienza del processo è stata aggiornata al prossimo 3 ottobre con l'intervento in aula dell'accusa.

"Troppo fango si è mosso. Voglio pace, rispetto e giustizia per la famiglia e per il bambino": così Andrea Stival, nonno di Loris, commenta alla fine dell'udienza del processo alla nuora Veronica Panarello, che lo ha accusato di aver ucciso il nipote. Il suo legale, l'avvocato Francesco Piazzo, si è detto "assolutamente sbalordito per le dichiarazioni di Veronica Panarello". "Ha sostenuto in aula - ha aggiunto il penalista - una posizioni indifendibile perché il processo ha accertato le sue responsabilità. Le sue sono calunnie che le contesteremo nelle sedi opportune".

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1492239221-3-ecodep.gif