Giudiziaria Ragusa 27/09/2016 16:56 Notizia letta: 5069 volte

Ad ucciderlo è stato Andrea. Veronica conferma le accuse in aula. VIDEO

Il video di Mattino Cinque andato in onda ieri
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-09-2016/ad-ucciderlo-e-stato-andrea-veronica-conferma-le-accuse-in-aula-video-420.jpg

Ragusa - Aveva annunciato “rivelazioni sconvolgenti” tramite una lettera inviata a Mattino Cinque, il programma condotto da Federica Panicucci. Tutti si aspettavano dettagli e particolari, con la tipica, curiosa morbosità di chi aspetta chissà quale particolare. Un qualche  dettaglio rivelatore.

E invece, ieri mattina, le dichiarazioni spontanee di Veronica Panarello davanti al Gup Andrea Reale, non hanno fatto altro che confermare la versione, l’ultima, fornita dalla donna: ad uccidere il bambino, il piccolo Loris Stival, sarebbe stato, secondo quanto dichiarato da Veronica in aula, il nonno Andrea Stival. Sarebbe lui l’esecutore materiale del delitto, perché il piccolo Loris avrebbe scoperto una torbida relazione fra nonno e mamma.

Lei, Veronica, si sarebbe “limitata” a tenere fermo il bambino e a stringergli le mani con le fascette da elettricista. Il nonno, invece, lo avrebbe strangolato con un cavetto USB. E’ questa, secondo Veronica Panarello, l’arma del delitto. Poi, sarebbe stato Andrea a trasportarlo in auto e, insieme a Veronica, a gettare il corpicino nel canalone del Mulino Vecchio. Veronica dichiara che si, ha avuto delle colpe: l’essere stata complice del delitto di suo figlio, ma non sarebbe stata lei ad ucciderlo.

Il problema è che la donna si affida unicamente al Giudice: non ha prove per dimostrare la sua relazione con Andrea Stival e nemmeno una sua presunta complicità nel delitto. Intanto, a fine udienza, Stival annuncia una querela per calunnia nei confronti dell’ormai ex nuora. Manca all’appello anche Davide Stival, padre del piccolo Loris: sarebbe stato troppo, presumibilmente, assistere ad un’udienza in cui l’ex moglie racconta dettagli di una relazione con il proprio padre.

Il verdetto su questa vicenda si: lunedì 3 ottobre la requisitoria dell’accusa,  il 5 le parti civili,  il 7 l’arringa della difesa. Poi,  la sentenza.

mattino cinque caso loris from Ragusanews on Vimeo.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg