I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Lunedì 05 Dicembre 2016 - Aggiornato 05/12/2016 17:24 - Online: 659 - Visite: 41200648

 

12/10/2016 17:42

Notizia letta: 3080 volte

Data alle fiamme l'auto del sindacalista Giuseppe Piazza

Il sindaco Moscato esprime solidarietà

Data alle fiamme l'auto del sindacalista Giuseppe Piazza
 
 

Vittoria - Il sindaco, Giovanni Moscato, commenta il grave gesto intimidatorio compiuto ai danni dell’auto di proprietà del sindacalista dell’Ugl-Federazione Ambiente, Giuseppe Piazza. La scorsa notte, ignoti hanno appiccato il fuoco alla vettura, parcheggiata davanti all’abitazione del rappresentante sindacale. I fatti sono già stati denunciati alle forze dell’ordine.


“Esprimo la massima solidarietà – dichiara il primo cittadino – a Giuseppe Piazza e condanno duramente il vile gesto compiuto ieri notte. Questo grave episodio si verifica in un momento delicato, in cui l’amministrazione comunale, in vista del passaggio di consegne tra la Tekra e la nuova ditta che gestirà il servizio di igiene urbana, sta cercando di mediare per la salvaguardia dei posti di lavoro dei dipendenti della società. L’attentato incendiario messo a segno ai danni del sindacalista dell’Ugl potrebbe essere ricollegato ad altri fatti strani e inquietanti avvenuti nei giorni scorsi, ed anche i contorni di qualche furto anomalo potrebbero cominciare a diventare più chiari. A questo punto, l’amministrazione comunale risponde con la massima fermezza: non abbassiamo la testa di fronte a certi atteggiamenti, e diciamo no alla strategia della tensione. Ma non basta: non solo chiediamo che vengano prese posizioni chiare da parte degli organi competenti, ma invitiamo tutta la città ad isolare i “malandrini i fudda”, che pensano di poter condizionare l’operato chiaro e limpido dell’amministrazione con la violenza e con le intimidazioni. Sappiano, questi signori, che così facendo otterranno l’effetto opposto. Noi andremo avanti per la nostra strada”.
 

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+