I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Mercoledì 07 Dicembre 2016 - Aggiornato 07/12/2016 19:06 - Online: 626 - Visite: 41292734

 

13/10/2016 10:54

Notizia letta: 1618 volte

Carrubi malati, interrogazione a tre ministri

100mila alberi che hanno già le foglie ingiallite

Carrubi malati, interrogazione a tre ministri
 
 

Scicli - Il disastro causato dal coleottero Xylosandrus compactus, che ha già devastato migliaia e migliaia di carrubi nel contesto di una superficie che si estende da Santa Croce Camerina fino alle contrade rurali di Scicli e Pozzallo, al centro dell’interrogazione a risposta orale che la senatrice Venera Padua ha presentato al ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali; al ministro dell’Economia e delle finanze; e al ministro dell’Ambiente e della tutela, del territorio e del mare.

“Chiediamo ai ministri di attivarsi – sottolinea la Padua – per individuare adeguate soluzioni al fine di salvaguardare i carrubi nel territorio ibleo e fermare l’azione dei coleotteri che stanno provocando gravi danneggiamenti, con conseguenti ripercussioni sul piano paesaggistico. Dalle notizie che abbiamo, su un patrimonio arboreo di 300mila ceppi censiti, sono 100mila gli alberi che evidenziano foglie ingiallite e il tronco rapidamente rosicchiato. Bisogna rilevare come, oltre a combattere l'azione degli insetti che distruggono gli alberi causando danni rilevanti all’ambiente e all'immagine del territorio, andrebbe incentivata, allo stesso tempo, la produzione di carrube, che riveste un rilievo non indifferente nel panorama agricolo ragusano”.

La senatrice mette in rilievo che “a partire dal periodo estivo, e con un aumento dei casi in questi ultimi giorni, si sono manifestati i primi ingiallimenti nelle foglie arboree causati dall’azione dei coleotteri che dissecano i rami della pianta, causando importanti danneggiamenti”. Ecco perché è stato chiesto un rapido intervento al Governo nazionale. “Non possiamo permetterci di rimanere inerti davanti a quello che potrebbe tramutarsi in un pericoloso scempio del nostro paesaggio – sottolinea ancora la senatrice Padua – abbiamo la responsabilità di adoperarci nell’immediato per dare risposte a tutti gli operatori del settore e per la tutela paesaggistica del nostro territorio”.

 

 

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+