Cronaca Ragusa 13/10/2016 09:38 Notizia letta: 6682 volte

Furto e ricettazione, arrestati Scatà e Scenna

Recuperata refurtiva per circa 7 mila euro di valore
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-10-2016/furto-e-ricettazione-arrestati-scata-e-scenna-420.jpg

  • Warning: getimagesize(http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-10-2016/1476344873-1-furto-e-ricettazione-arrestati-scata-e-scenna.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.ragusanews.com/home/site_new/admin/libs/functions.php on line 468

    Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.ragusanews.com/home/site_new/admin/libs/functions.php on line 469
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-10-2016/1476344873-1-furto-e-ricettazione-arrestati-scata-e-scenna.jpg&size=0x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-10-2016/furto-e-ricettazione-arrestati-scata-e-scenna-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-10-2016/1476344873-1-furto-e-ricettazione-arrestati-scata-e-scenna.jpg

Ragusa - Sono stati arrestati Enrico Scenna, 36 anni originario di Palermo e Alessandro Scatà, 24 anni, ragusano, ritenuti responsabili dei reati di furto in appartamento aggravato e  ricettazione. I due pluripregiudicati sono recidivi per furti in appartamento e svariati reati contro il patrimonio ed inoltre sono sottoposti a misure di prevenzione poichè socialmente pericolosi.

A fine luglio un cittadino ragusano, durante l’attesa per una visita presso un ambulatorio medico in centro storico a Ragusa, ha notato, dalle persiane leggermente aperte, due soggetti sospetti che confabulavano tra loro ed avevano in mano diversi oggetti in oro. I due sembrava stessero scegliendo alcuni oggetti per poi scartarne altri e infatti  al termine della loro spartizione gettavano a terra un sacchetto di panno di colore verde.

Il cittadino, oltre ad avvisare telefonicamente la polizia, ha ripreso i due sospettati durante la spartizione degli oggetti in oro avvenuta sul sellino di uno scooter ed in più ha indicato agli operatori della Polizia di Stato l’auto sotto la quale era stato gettato il sacchetto subito dopo le brevi fasi di divisione degli oggetti.
All'interno del sacchetto c'erano solo alcune pietre preziose, di sicuro staccate poco prima dai monili in oro ed alcuni oggetti in argento.
Dalla immediata analisi del filmato, i poliziotti hanno riconosciuto senza ombra di dubbio gli arrestati anche perché pluripregiudicati per reati specifici.
Sono state effettuato le  perquisizioni domiciliari.

Scenna, messo davanti all’evidenza dei fatti ha ammesso le proprie responsabilità e ha consegnato anche il denaro provento della vendita degli oggetti in oro poco prima ceduti ad un compro oro di Comiso.
La collaborazione dell’arrestato ha permesso di sequestrare gli oggetti in oro e restituirli alle vittime, una famiglia ragusana che aveva lasciato la casa di città per trasferirsi a Marina di Ragusa per le ferie estive.
Il valore degli oggetti è stato stimato in circa 7.000 euro. 

Le indagini hanno permesso inoltre di appurare che il furto in casa era stato perpetrato grazie alle chiavi della Signora proprietaria di casa, alla quale avevano rubato la borsa poche settimane prima ma, nonostante all’interno vi fossero anche i documenti e quindi l’esatta ubicazione del suo immobile, non aveva cambiato la serratura.
Proprio per aver perpetrato il furto con una chiave rubata, i due risponderanno anche di ricettazione, in quanto hanno utilizzato un oggetto provento di delitto.
Inoltre Scenna risponderà anche del reato di ricettazione di un’altra collana da lui venduta in un altro compro oro, emerso sempre dalle indagini sul furto.
 

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1489060076-ecodep.gif