I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato 10/12/2016 12:52 - Online: 840 - Visite: 41407878

 

15/10/2016 16:54

Notizia letta: 3225 volte

Vigili urbani vietano consiglio comunale a Modica. Caso in Procura

Una strana decisione

Vigili urbani vietano consiglio comunale a Modica. Caso in Procura
 
 

Modica - Consiglio comunale di Modica vietato dal Comandante dei Vigili Urbani, Saro Cannizzaro. Il consesso si è comunque tenuto. 

E' successo durante l'ultima seduta ed è stata una cosa senza precedenti. In consiglio, infatti, erano arrivati anche i lavoratori della ditta Puccia che, pacificamente, si erano disposti fra il pubblico per ascoltare. Si trattava di una protesta pacifica, silenziosa se vogliamo. Una pattuglia dei vigili urbani, in servizio quella sera, si è recata (così come previsto in questi casi), in aula consiliare. Ebbene, il comandante ha deciso che non vi fossero le condizioni di sicurezza all'interno dell'aula e così ha chiesto che la seduta venisse rinviata. Cannizzaro, ha confermato che ciò sarebbe nelle proprie prerogative.

Non la pensano così nè il presidente del consiglio Roberto Garaffa, nè il PD cittadino. Il caso, infatti, finirà in procura. Nella nota, si legge: "Ciò che è accaduto nella seduta del consiglio comunale di Modica di mercoledì sera, dove ci si doveva occupare del servizio del doposcuola comunale, ha dell´incredibile e non può essere sottaciuto per la sua gravità".  Gli operatori ecologici della ditta Puccia devono ancora ricevere  il pagamento di 4 stipendi arretrati e  si sono addirittura allontanati dall´aula mentre un centinaio di famiglie erano rimaste per la questione dei doposcuolisti demansionati. Il PD, prosegue: "Se la presenza del pubblico in sala, ordinatamente seduto negli spazi a lui riservati e con un contegno silenzioso e rispettoso del luogo è vista da qualcuno come turbativa dell´ordine pubblico, allora è evidente che questo qualcuno non ha capito nulla della democrazia e dei suoi sacrosanti principi".

Il consiglio, nonostante il divieto, si è tenuto. 

Irene Savasta

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+