I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Lunedì 05 Dicembre 2016 - Aggiornato 05/12/2016 17:24 - Online: 663 - Visite: 41200635

 

17/10/2016 17:32

Notizia letta: 13111 volte

Denunciato il mostro che ha seviziato la cagnetta di Vittoria

E' un algerino

Denunciato il mostro che ha seviziato la cagnetta di Vittoria
 
 

Vittoria - E' stato individuato e denunciato alla Procura della Repubblica l'uomo che, nella tarda serata di venerdì, ha seviziato e ucciso una cagnetta randagia a Vittoria, nei pressi del distributore di benzina di via Generale Cascino, poco distante dalla stazione ferroviaria. Era stato il titolare ad accorgersi che nella piazzola dell'area di servizio vi erano tracce di sangue. Ha quindi visionato le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso, facendo la terribile scoperta. Sul posto si è portato personale delle Guardie zoofile dell'Enpa che ha visionato le immagini messe a disposizione della magistratura. E' apparso chiaramente cosa fosse accaduto: un uomo, con una piccola asta probabilmente in ferro, ha infilzato la cagnetta ripetutamente dall'ano, causando la morte.
L'autore di tale atrocità è stato individuato e denunciato per maltrattamento e uccisione di animale. Si tratta di un cittadino algerino di 50 anni, senza documenti, che vive in periferia.
“Grazie alla collaborazione del titolare dell'area di servizio – spiega Alessandro Antoci dell'Enpa – siamo immediatamente riusciti a individuare l'autore di questo efferato delitto contro un animale mite e indifeso. Dalle immagini emerge chiaramente come l'uomo si sia avventato senza alcun motivo verso la cagnetta che se ne stava di lato senza infastidire nessuno, uccidendola in modo orribile. Un episodio sconcertante per l'inaudita violenza che, siamo certi, verrà punita in modo esemplare”.

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+