Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Venerdì 24 Febbraio 2017 - Aggiornato 24/02/2017 09:35 - - Visite: 41472262

 

17/10/2016 10:07

Da Confeserfidi 500 mila euro per l'imprenditoria femminile

Favorire l'accesso al credito delle imprese femminili

Da Confeserfidi 500 mila euro per l'imprenditoria femminile  
 

Scicli - Confeserfidi aderisce al Protocollo d’intesa promosso dall’ABI (Associazione Bancaria Italiana), in collaborazione con il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, il Ministero dello sviluppo economico e le associazioni imprenditoriali di categoria maggiormente rappresentative delle imprese per favorire l’accesso al credito delle imprese femminili, ivi comprese le libere professioniste, nelle diverse fasi del loro ciclo di vita.

Per l’attuazione del Protocollo d’Intesa, Confeserfidi mette a disposizione delle imprese a prevalente partecipazione femminile e delle lavoratrici autonome un plafond di 500.000 euro destinato alla concessione di finanziamenti, a condizioni competitive, per favorire la costituzione di nuove imprese (o l’avvio della libera professione), la realizzazione di nuovi investimenti o la ripresa delle attività imprenditoriali e delle lavoratrici autonome che, per effetto della crisi, attraversano una momentanea situazione di difficoltà.

Il Protocollo prevede, inoltre, che il rimborso del capitale dei finanziamenti possa essere sospeso, per un periodo massimo di 12 mesi, nei casi di maternità dell’imprenditrice (o lavoratrice autonoma), di grave malattia della stessa, del suo coniuge o convivente e dei figli, di malattia invalidante di un genitore o di un parente (o affine) convivente.
La scadenza del Protocollo d’Intesa è fissata al 31/12/2017. Ogni informazione necessaria è disponibile presso il sito internet www.confeserfidi.it e presso tutte le sedi Confeserfidi.



 

Redazione

+
La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.