I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Domenica 04 Dicembre 2016 - Aggiornato 03/12/2016 20:01 - Online: 358 - Visite: 41160278

 

25/10/2016 20:18

Notizia letta: 246 volte

Lettera da Bruxelles, Italia chiarisca manovra entro il 27

Lettera da Bruxelles, Italia chiarisca manovra entro il 27  
 
Bruxelles, 25 ott. E' arrivata questa sera la lettera inviata dalla Commissione europea per chiedere all'Italia chiarimenti sulla bozza del bilancio 2017. Bruxelles chiede al governo italiano chiarimenti sul mancato rispetto degli impegni di diminuzione del deficit strutturale e sull'entita' delle spese sostenute per gli eventi eccezionali (crisi dei migranti e terremoto) del bilancio 2017 'entro giovedi' 27 ottobre'. E' quanto si legge nella lettera firmata dai commissari Ue Valdis Dombrovskis e Pierre Moscovici. 'Un esame preliminare del documento programmatico per il bilancio 2017 si legge suggerisce che il cambiamento programmato nel bilancio strutturale per il 2017, ricalcolato secondo la metodologia comunemente accolta, e' negativo e molto al di sotto dello 0,6% del Pil o oltre raccomandato dal Consiglio il 12 luglio scorso'. La Commissione europea chiede poi all'Italia 'ulteriori informazioni su alcuni punti' del bilancio programmatico per il 2017 'per valutare se l'Italia soddisfa le condizioni per le quali la flessibilita' aggiuntiva e' stata concessa per il 2016'. In particolare, si legge nella lettera inviata questa sera dalla Commissione al governo italiano, una settimana dopo la presentazione del bilancio 2017, 'avremmo bisogno di spiegazioni riguardo alla revisione degli obiettivi e alla differenza sostanziale che emerge rispetto agli impegni presi la scorsa primavera'. Infatti, si premette nella lettera, 'l'Italia ha beneficiato di una flessibilita' significativa secondo le regole del patto di stabilita' e crescita sia nel 2015 che nel 2016. Una parte di questa flessibilita', soprattutto nell'ambito delle clausole di sugli investimenti e le riforme strutturali, e' stata concessa a condizione che l'Italia facesse uso di questo per aumentare gli investimenti, progredire nel'agenda delle riforme strutturali, presentare piani credibili per realizzare gli aggiustamenti di bilancio nel 2017'. Lo scorso 17 maggio, prosegue la lettera, basandosi su questa intesa, 'il governo italiano si e' impegnato con una lettera di riprendere il percorso dell'aggiustamento degli obiettivi di medio periodo nel 2017, assicurando il pieno rispetto delle norme del braccio preventivo (del Patto di stabilita' e crescita, ndr), che era un fattore chiave rilevante nell'ultimo rapporto ai sensi dell'articolo 126/3 del trattato sulla violazione della regole del debito nel 2015'. Ora la Commissione chiede al governo di spiegare il mancato rispetto di tali impegni di medio periodo. .

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+