I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Domenica 04 Dicembre 2016 - Aggiornato 03/12/2016 20:01 - Online: 359 - Visite: 41157099

 

27/10/2016 10:43

Notizia letta: 4055 volte

Benetton č ripartito da Marina di Ragusa a bordo del Tribł

Ha visitato gli studi dei pittori del Gruppo di Scicli

Benetton č ripartito da Marina di Ragusa a bordo del Tribł Benetton č ripartito da Marina di Ragusa a bordo del Tribł Benetton č ripartito da Marina di Ragusa a bordo del Tribł Benetton č ripartito da Marina di Ragusa a bordo del Tribł  
 

Ragusa - Prima la cena alla locanda Don Serafino, a Ibla, poi la folgorazione per Scicli, e infine qualche ora di vacanza a Noto.

Luciano Benetton è ripartito stamattina, a bordo del Tribù, il suo yacht di lusso da porto di Marina di Ragusa.

Nei giorni scorsi si è recato negli studi de pittori del Gruppo di Scicli, Carmelo Candiano, Franco Polizzi e Giuseppe Colombo, per acquistare alcune opere d'arte. 

Già senatore della Repubblica, fondatore del gruppo tessile che ha seimila negozi in tutto il mondo, player del mondiale di Formua Uno per molti anni, Benetton è stato accompagnato da alcuni imprenditori e da qualche giornalista che in maniera molto discreata lo ha introdotto in alcune dinamiche imprenditoriali di Scicli e delle città vicine. 

Tra le domande "impertinenti" che ha posto ai suoi accompagnatori, l'etimo del nome Ibla, segno anche di una attenzione alla cultura dei luoghi e alla loro origine. 

L'imprenditore veneto, reduce da un investimento di 54 milioni di euro per la creazione di un polo del lusso nei pressi del Ponte di Rialto, a Venezia, ha creato alcuni contatti a Scicli per proseguire l'elaborazione di alcune idee. 

Mercoledì sera, al porto di Marina, un dispositivo di sicurezza straordinario ha permesso a Luciano, e ai suoi ospiti, di tenere una festa nella baia. 

Una nave non convenzionale

Il Tribù è lungo cinquanta metri. La suite principale ha vestibolo, bagno, sauna e palestra sul ponte superiore. Al ponte principale il salone e quattro cabine doppie ospiti, c’è una seconda palestra per gli ospiti.

Al quarto ponte c’è lo studio dell’armatore, accanto alla timoneria. 

Un fatto curioso. La barca non è stuccata sulla fiancata. Risponde a una serie di criteri di ecosostenibilità e di risparmio di materiali potenzialmente nocivi, come vernici e sostanze chimiche. 

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+