I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Domenica 04 Dicembre 2016 - Aggiornato 03/12/2016 20:01 - Online: 367 - Visite: 41157082

 

27/10/2016 01:00

Notizia letta: 6425 volte

Carmelo Vanasia e Facebook: una vita da censura

Il Social più amato lo ha bannato

Carmelo Vanasia e Facebook: una vita da censura  
 

Scicli - “Ma che ho fatto? Hanno paura di me? Ma io ho già perso....”

Non piange, Carmelo Vanasia. Ma è scosso. Molto scosso. Di certo non se l'aspettava: “Io ho già perso le elezioni. Come potrei vincere avendo a sostegno una sola civica, quando altri candidati ne hanno sette? Che motivo c'era di segnalare il mio profilo? Era l'unico modo per poter comunicare con la gente. Noi, in ogni caso, andiamo avanti. Ho già avviato l'iter per poter ripristinare il mio profilo, la mia pagina e il mio gruppo”.

Carmelo Vanasia non sa spiegarsi, con esattezza, quale sia stato il motivo di queste segnalazioni che, di fatto, l'hanno tagliato fuori dal web. Si ha notizia, però, di una querela a carico del candidato sindaco. Naturalmente, però, la querela non ha nulla a che vedere con la chiusura dei profili Facebook, ma sicuramente dà la misura di un clima arroventato fra candidati, sostenitori, simpatizzanti, politici e aspiranti politici.

Carmelo Vanasia -reduce da uno spot in cui le figliolette lodano l'amore paterno per la città- non si arrende, nonostante questa difficoltà oggettiva: “Mi piacerebbe che prima delle elezioni ci fosse un confronto in stile americano fra tutti i candidati. Io sono disponibilissimo al confronto, ne sarei felice. Mi accusano di essere poco limpido solo perchè sono uscito dal Pd. E allora? Il Pd di oggi non è certo lo stesso di qualche anno fa. Molto onestamente, non mi riconoscevo più in quel partito. O devo pensare che qualcuno ha avuto paura di me? Del nostro progetto civico? Noi, comunque, ci saremo, fino alla fine. A chiunque andrà la palma del vincitore, farò i miei più sinceri complimenti. L'importante è che si faccia il bene della città”.

Irene Savasta

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+