I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Sabato 03 Dicembre 2016 - Aggiornato 03/12/2016 15:07 - Online: 619 - Visite: 41139986

 

04/11/2016 16:44

Notizia letta: 37187 volte

Pauroso incendio alla OvoBlanco. Un morto, Alessio Iabichella. VIDEO

La nuvola di fumo è visibile a chilometri di distanza

Pauroso incendio alla OvoBlanco. Un morto, Alessio Iabichella. VIDEO Pauroso incendio alla OvoBlanco. Un morto, Alessio Iabichella. VIDEO  
 

Modica - Un incendio di vaste proporzioni si è sviluppato dopo le 16 di oggi alla OvoBlanco, tra Modica e Marina di Modica. 

La nuvola di fumo è stata visibile a chilometri di distanza. 

Dopo l'Avimecc, un altro incendio ha colpito una grande azienda della filiera agricola modicana. 

C’è una vittima, Alessio Iabichella di 26 anni, giocatore del Frigintini, elettricista, lavorava in un capannone.

Alessio stava lavorando alla manutenzione dell'impianto elettrico della struttura; era dipendente di una ditta esterna. Era in compagnia di un collega, stava facendo dei lavori di manutenzione in uno dei due capannoni oggetto dell'incendio, mentre il collega si era recato nell'opificio vicino. 

Il cadavere dello sfortunato ragazzo è stato trovato solo alle 21. 

Le fiamme hanno distrutto due capannoni dei cinque dell'azienda: sul posto adesso anche i Carabinieri che hanno avviato le prime indagini per risalire alle cause della disgrazia.

Per avere ragione delle fiamme sono state impiegate diverse squadre dei vigili del fuoco.  

Il magistrato di turno ha interrogato il collega di Alessio per capire cosa è successo nel momento in cui il rogo è scoppiato. 

L'azienda colpita dall'incendio

OvoBlanco è il nome commerciale dell'azienda "Gerratana Giorgia" di Giuseppe Blanco. 
Sin dall’inizio degli anni ’80, dopo il trasferimento dalla vecchia sede in quella attuale, in contrada Liccio, tra Modica e Marina di Modica, l’azienda ha ampliato le proprie dimensioni cercando di creare sempre di più un “ciclo chiuso” a garanzia del consumatore per una migliore qualità del prodotto “uovo”.
Verso la fine degli anni ’90, si è contraddistinta con la costruzione di un “mangimificio” tecnologicamente avanzato; infatti alleva i propri animali alimentandoli con mangimi prodotti esclusivamente all’interno del proprio impianto. 

Nei due capannoni colpiti dall'incendio (rispetto ai cinque totali) c'erano batterie di galline ovaiole dedite alla produzione di uova, poi incanalate in nastri trasportatori fino al centro di imballaggio.

Ovoblanco ha uno dei più grandi mangimifici del Sud Italia. 

A Modica ogni giorno vengono prodotte 1 milione e 200 mila uova. 

Una produzione strategica nel Meridione, dove le aziende modicane sono leader, fin quando non vengono distrutte dagli incendi. 

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+