I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato 10/12/2016 12:52 - Online: 852 - Visite: 41407711

 

06/11/2016 21:04

Notizia letta: 19359 volte

Alessio, una morte ingiusta

Gli ultimi momenti

Alessio, una morte ingiusta
 
 

Modica - Quando si è accorto delle fiamme che divampavano all’interno del capannone, ha tentato una disperata via di fuga dirigendosi verso le bocche dell’aspiratore in una stanza di refrigerazione, ma qui ha trovato una rete metallica di recinzione che proteggeva le grate, rimanendo intrappolato.

Una fatalità che è costata la vita ad Alessio Iabichella, il giovane 26 enne elettricista morto nel rogo mentre stava intervenendo su un quadro elettrico all’interno della “OvoBlanco” di Modica, azienda all’avanguardia tecnologica sia nell’ammodernamento strutturale che alimentare.
Sarebbe questa la prima ricostruzione della tragedia. L’inchiesta della Magistratura aiuterà a chiarire meglio. L'indagine è affidata al pm Marco Rota che non ha fatto rimuovere il cadavere quando è stato ritrovato all’interno del capannone,  se non l'indomani per 'cristalizzare' la scena e risalire ad eventuali responsabilità o a tragiche casualità.

Non è possibile non vedere il nesso tra l’incendio che appena due mesi fa ha bruciato lo stabilmento dell’altro colosso produttivo del polo avicolo modicano, l’Avimecc,  andata praticamente distrutta a causa di un incendio sul quale ancora non sono state acclarate le cause dell’origine delle fiamme.

Modica si prepara a piangere un altro giovane figlio, sfortunato. Il silenzio del lutto è riempito dal sottofondo rumoroso delle indagini. Da due giorni la comunità si è stretta in preghiera per ricordare Alessio. L'addio ad Alessio, sarà invece lunedì’ 7 novembre alle 15,30 nella chiesa di S. Luca, in contrada Pirato.
Lo sgomento per la tragedia corre sui social network, centinaia i messaggi per Alessio, non solo provenienti dal mondo del calcio che tanto amava. Tutti a rendere il dovuto onore ad un “amorevole ragazzo perbene”.

Gabriele Giannone

Articoli Correlati:

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+