I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Sabato 03 Dicembre 2016 - Aggiornato 03/12/2016 15:07 - Online: 599 - Visite: 41140032

 

15/11/2016 15:04

Notizia letta: 1996 volte

Spaccio, nuovo arresto

E' un tunisino latitante

Spaccio, nuovo arresto  
 

Ispica - Ieri sera i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Modica, nel corso di uno specifico servizio di ricerche, hanno rintracciato e tratto in arresto un altro soggetto extracomunitario di nazionalità tunisina, GUESMI KHALED, classe ’88, già noto alle forze di polizia, destinatario dell’ordinanza applicativa di misura cautelare in carcere emessa dal tribunale di Ragusa nell’ambito dell’Operazione “Transporter”, che lo scorso giugno ha consentito l’arresto di altre 11 persone per i reati di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Già da qualche giorno, infatti, i militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Modica erano sulle tracce di Guesmi Khaled che era stato notato di nuovo in provincia di Ragusa dopo essersi assentato per un periodo, probabilmente per sottrarsi alla cattura nell’ambito dell’operazione “transporter”.

Ieri sera, nel corso di un servizio di pedinamento, il soggetto è stato notato mentre si trovava per le strade di Ispica e, nonostante si fosse fatto crescere la barba ed i capelli per evitare di essere riconosciuto, è stato individuato dai militari dell’Arma che hanno fatto scattare il blitz ed hanno bloccato lo straniero.

Immediatamente è stata effettuata una perquisizione domiciliare nell’abitazione del tunisino senza tuttavia trovare sostanze stupefacenti.
Successivamente, lo straniero è stato condotto in caserma ove è stato dichiarato in arresto in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare poiché anche lui facente parte degli indagati nell’ambito dell’operazione “Transporter”.
Al termine delle formalità di rito è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa.

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+