I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Sabato 03 Dicembre 2016 - Aggiornato 03/12/2016 15:07 - Online: 622 - Visite: 41139893

 

15/11/2016 09:48

Notizia letta: 29208 volte

Tentato omicidio a Modica, in carcere un 25enne

Lite per motivi passionali

Tentato omicidio a Modica, in carcere un 25enne  
 

Modica - Tentato omicidio questa notte in viale Medaglie d'Oro a Modica per motivi passionali. Il ragazzo accusato di omicidio, il 25enne E. R., modicano, avrebbe visto l'ex fidanzata intrattenersi con un altro ragazzo. Dapprima ne è nata una colluttazione. Poi, il ragazzo ha preso la sua auto e ha investito il rivale. La vittima, F.S., 40 è stato trasportato in ospedale ed è tutt'ora in gravi condizioni. Ha riportato una frattuta alla scapola, un grave trauma cranico e una frattura al setto nasale.

La prognosi è di 50 giorni. La ragazza, che ha assistito a tutta la colluttazione, ha allertato la polizia. Il giovane è stato arrestato e portato in carcere. E. R. avrebbe seguito la coppia accecato dalla gelosia a bordo della propria spider lungo le vie della città. Inutili sono stati i numerosi tentativi della giovane donna di bloccare le intenzioni dell’ex fidanzato, fermandosi più volte a parlare con lui nel tentativo di convincerlo a rassegnarsi sulla fine della loro storia d’amore. 

Il ragazzo ha travolto la vittima investendolo con la sua SLK e lo ha travolto, facendolo balzare in aria, investendo anche  l’auto della vittima che a sua volta sfondava il cancello di una proprietà privata. Immediatamente è sceso dall’auto e nonostante la donna tentasse di dissuaderlo ha sferrato un calcio al volto del malcapitato  provocandogli un trauma cranico e diverse fratture per le quali i medici dell’ospedale Maggiore di Modica ne hanno disposto il ricovero. 

A lanciare l’allarme alla Polizia e a far intervenire subito il 118 in soccorso dell’amico esanime è stata proprio la giovane che, ancora sconvolta dei fatti a cui aveva assistito, chiedeva aiuto citofonando anche ai residenti. Dopo aver colpito il “rivale”, il ragazzo si è allontanato facendo perdere le proprie tracce ignaro del fatto che tutte le fasi del dramma che si era consumato poco prima erano state captate dal sistema di videosorveglianza di una villetta.
 

Gabriele Giannone

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+