I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato 09/12/2016 19:54 - Online: 226 - Visite: 41394349

 

17/11/2016 12:40

Notizia letta: 4226 volte

Vorrei un cd, un mazzo di chiavi e una pizza. Ma parlavano di droga

Arrestate 17 persone

Vorrei un cd, un mazzo di chiavi e una pizza. Ma parlavano di droga
 
 

Modica - La maxi operazione di polizia che si svolta questa mattina nel territorio di Modica e che ha portato all'arresto di 17 persone, ha sgominato una vasta organizzazione dedita al traffico internazionale di stupefacenti. Un clan di italiani, albanesi e tunisini che avevano a disposizione qualsiasi tipo di sostanza stupefacente: cocaina, eroina, hashish, marijuana.

Le intercettazioni ambientali hanno permesso di ricostruire le abitudini, piuttosto ingegnose, utilizzate per spacciare la droga: c'era chi ordinava una pizza a domicilio per cinque persone, chi indicava lo stupefacente  con il termine “zucchero”, oppure “CD” o anche come pezzi di ricambio di autovetture: “e non lo so io… le chiavi ce le ho…. ma… l’importante che tu hai le chiavi che loro ce le hanno pure le ruote buone” e persino vestiti:” fai una cosa… digli che porta cose buone e vieni qua che…stanno arrivando i vestiti… digli che viene e se li prova”. Alla stessa maniera, cripticamente, gli indagati trattavano della riscossione dei crediti provento dello spaccio: “devi essere un’ape …. raccogli il più possibile”
 

Irene Savasta

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+