I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Domenica 04 Dicembre 2016 - Aggiornato 03/12/2016 20:01 - Online: 277 - Visite: 41160164

 

18/11/2016 19:28

Notizia letta: 944 volte

Concorso Un logo per costruiamo saperi, vince Leonardo Agosta

Coordinatore del progetto Domenico Leggio

Concorso Un logo per costruiamo saperi, vince Leonardo Agosta Concorso Un logo per costruiamo saperi, vince Leonardo Agosta  
 

Ragusa - Si è svolta stamattina la cerimonia di premiazione del concorso “Un logo per Costruiamo Saperi”. Al concorso hanno partecipato studenti dell’Istituto “Galileo Ferraris” di Ragusa. La cerimonia si è svolta presso l’Aula Magna dell’Istituto, colma di alunni e professori che hanno partecipato all’evento con trasporto e in un clima di gioia.


La Professoressa Giovanna Piccitto, Dirigente Scolastico dell’Istituto, ha accolto calorosamente la Dottoressa Giovanna Criscione, Dirigente dell’Ambito Territoriale (già Provveditorato agli Studi) della provincia di Ragusa, e gli organizzatori del concorso: Domenico Leggio (Direttore della Caritas di Ragusa e coordinatore del progetto “Costruiamo saperi”), Elisa Gulino (“Architetti senza frontiere”), Gianni Gulino (Presidente di “Confcooperative Sicilia”), Fethia Bouhajeb (“Uniti senza frontiere”) e Gian Piero Saladino (Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi di Ragusa).


“E’ sempre insieme che si possono raggiungere degli obiettivi! Quindi, costruire insieme in un’ottica interculturale è molto importante, soprattutto nella nostra provincia che accoglie migliaia di immigrati” ha affermato la Dottoressa Criscione, apprezzando il valore del progetto e la bontà dell’iniziativa.
Domenico Leggio, nel presentare il progetto, ha voluto sottolineare il fatto che “l’iniziativa vuole dare una possibilità alle persone di acquisire nuove competenze lavorative. Bisogna fare qualcosa per la nostra terra, soprattutto per le persone che vengono da lontano e che hanno investito sul nostro territorio”.
    
“Nel contesto di cambiamento della nostra società non è importante solo l’innovazione tecnica, ma è altrettanto importante l’innovazione sociale. C’è bisogno d’integrazione, cioè non di inclusione di soggetti diversi dentro il nostro modo di pensare; integrarsi vuol dire incontrarsi e scambiarsi le ricchezze che ciascuno porta con sé come espressione di umanità. Questo progetto ha lo scopo di fare in modo che tutti noi ci mettiamo in contatto con questa realtà”. Dopo questa precisazione di Gian Piero Saladino, sono stati illustrati i loghi che hanno partecipato al concorso.


Il Prof. Cicardo, che ha seguito gli alunni nella creazione dei loghi, ha esposto le ragioni che gli studenti hanno usato per creare questi disegni. E’ stato proclamato vincitore del concorso Leonardo Agosta, studente dell’ultimo anno di scuola. Elisa Gulino, nella qualità di membro della giuria, ha letto la motivazione: “Il logo ha un’energica immediatezza comunicativa ed è pertinente all’essenza del Progetto <<Costruiamo saperi>>. E’ originale perché riassume in modo chiaro l’essenza del Progetto (immigrazione, agricoltura ed edilizia) e possiede un pregevole valore artistico e una buona efficacia di utilizzo”. Il Premio, un assegno di duecento euro, è stato attribuito a Leonardo dal Provveditore agli Studi. Inoltre, agli studenti Alessio Distefano, Massimiliano Antoci e Kalemaj Kelmenta, sono stati consegnati,  riconoscendo il merito del loro lavoro, attestati di partecipazione.

Infine, tutti gli studenti sono stati invitati a visitare Villa Magnì, luogo concreto di lavoro per i protagonisti del progetto. Infatti, qui 25 cittadini stranieri residenti nel territorio di Ragusa, si dedicano con cura e professionalità ai settori dell’edilizia, dell’agricoltura e della falegnameria. E’ stato un invito che contiene sicuramente la viva speranza della buona relazione tra culture diverse e della condivisione di valori umanizzanti.
 

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+