Cronaca Acate 24/11/2016 09:54 Notizia letta: 3759 volte

La marijuana in serra, arrestato Giovanni Rubino

Aveva affittato il terreno da alcuni niscemesi
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-11-2016/la-marijuana-in-serra-arrestato-giovanni-rubino-420.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-11-2016/1479978125-1-la-marijuana-in-serra-arrestato-giovanni-rubino.jpg&size=845x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-11-2016/la-marijuana-in-serra-arrestato-giovanni-rubino-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-11-2016/1479978125-1-la-marijuana-in-serra-arrestato-giovanni-rubino.jpg

Vittoria - Piantagione di Marijuana scoperta in contrada Dirillo, nel territorio di Acate. Oltre 5000 mq di serra coltivata con cannabis indica della varietà k17 e k18 più comunemente conosciuta come “Skunk”, una pianta creata attraverso incroci tra preesistenti varietà di cannabis e che si caratterizza per l’ottima resa in principio attivo (alto tasso di THC, delta-9-tetraidrocannabinolo) e l’odore particolarmente pungente, oggi tra le varietà maggiormente diffuse nel mercato illecito di questo stupefacente.

Si è accertato che la coltivazione era condotta mediante le più aggiornate tecniche agronomiche; le piante disposte in filari regolari erano parzialmente occultate o meglio, si cercava di confonderle attraverso l’impianto, nelle stesse serre, di due filari di piante di pomodoro prospicienti i lati perimetrali, in tal modo cercando di dissimularle a queste all’esterno.
L’attività di individuazione del sito non è stato agevole atteso che la zona è caratterizzata dall’uniforme distribuzione di impianti serricoli.

E’ stato sorpreso, intento a vigilare la “coltivazione” un vittoriese, Giovanni Rubino,57 anni con precedenti penali per reati in materia di armi, contro il patrimonio e la persona. Si è accertato che l’uomo aveva stipulato un contratto di affitto registrato all’Agenzia delle Entrate di Vittoria dell’azienda agricola in questione, che è di proprietà di soggetti niscemesi, risultati estranei alla vicenda.

All’interno delle serre sono state rinvenute più di 7200 piante coltivate da circa due mesi e prossime alla raccolta perché già sviluppate, con rigogliose infiorescenze e quindi con il massimo contenuto di principio attivo. Il peso medio di ciascuna pianta è stato misurato in 650 grammi; pertanto si stima una quantità di marijuana verde del peso di circa quattro tonnellate e mezzo che una volta essiccata ne avrebbe prodotto 1500 chilogrammi circa da commercializzare. Tutta l’azienda era “controllata” mediante un moderno sistema di videosorveglianza.

E’ possibile sostenere che dallo stupefacente rinvenuto sono ricavabili più di un milione e cinquecentomila “canne”, che al dettaglio avrebbero potuto fruttare oltre 1.000.000,00 di Euro.
Rubino è stato arrestato in flagranza di reato ed è stato condotto presso la casa Circondariale di Ragusa.
 

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1498126104-3-samot.gif