I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy   -   OK

Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Domenica 04 Dicembre 2016 - Aggiornato 03/12/2016 20:01 - Online: 372 - Visite: 41160296

 

30/11/2016 19:27

Notizia letta: 998 volte

Iblee Valley Circuit, arriva il turismo naturalistico

Il progetto diventa finalmente operativo

Iblee Valley Circuit, arriva il turismo naturalistico  
 

Ispica - Il progetto “Iblee Valleys Circuit”,  ovvero il Circuito delle Cave Iblee, diventa finalmente operativo. Si è infatti conclusa la “fase burocratica” dell’iniziativa, promossa dall’associazione culturale Sud e finanziata dall’Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, con risorse afferenti al Progetto d’Eccellenza “Itinerari per la valorizzazione del turismo naturalistico” (l. 296/2006), e adesso si apre la fase pratico-operativa, i cui primi risultati non si sono fatti attendere. Diversi infatti i gruppi di turisti, provenienti soprattutto da Belgio e Nord della Francia, che hanno già scelto le cave iblee come mete del loro viaggio.

Ma non solo: il 3 gennaio l’associazione “Trekking Italia” ha già organizzato un’escursione lungo i 13 km della valle di Cava d’Ispica che richiamerà tantissimi appassionati da tutto il mondo. Grandi obiettivi, dunque, per l’iniziativa nata con l’intento di sviluppare un turismo alternativo, un settore di nicchia ma in grande espansione, come quello naturalistico e rurale volto alla scoperta delle risorse ambientali e paesaggistiche della zona sud occidentale dell’Altopiano degli Iblei. In particolare le cave interessate sono Cava d’Ispica, Cava dei Servi, Cava Gisana, Conca a Grotta del Salto, Cava Celone, Cava Santa Domenica, Cava della Misericordia, Cava Volpe, Cava del Paradiso, Cava Grande.

“Siamo soddisfatti del consenso e della partecipazione che il nostro progetto ha suscitato nei vari Comuni – commenta Paolo Ferlisi, project manager dell’associazione culturale Sud - Lo scetticismo che in genere l’idea di “turismo alternativo” suscita non c’è stato e questo ci lascia fiduciosi. Durante questi mesi abbiamo avuto tanti contatti, soprattutto con in tour operators e le strutture ricettive, che hanno colto quanto l’iniziativa “Iblee Valleys Circuit” rappresenti di certo un’opportunità in più per il nostro territorio, rivolgendosi ad un segmento di mercato diverso e in forte espansione. Nei giorni scorsi – continua Ferlisi – si è tenuto l’ultimo dei cinque seminari divulgati che hanno interessato i Comuni coinvolti, Ispica, Scicli, Modica, Ragusa e Rosolini, e adesso il progetto diventa operativo a tutti gli effetti”.

L’elaborazione del “Circuito delle Cave Iblee” ha richiesto una lunga fase di analisi delle cave e di elaborazione dei risultati che lo studio aveva portato, si è poi passati all’ideazione di pacchetti turistici, con il coinvolgimento dei partner specifici nelle differenti aree di competenza, che sono stati poi presentati agli stakeholders durante i seminari divulgativi. Il progetto ha coinvolto i Comuni di Modica, Rosolini e Ispica, il Cirs - Centro ibleo di ricerche speleo-idrogeologiche di Ragusa, la Residenza Turistica Rurale “Casina di grotta di ferro” di Ragusa, l’ Agesind Viaggi Gruppo Etli Meditur srl di Catania, la Lory Viaggi di Ispica, l’Archeoclub d'Italia sede di Rosolini, la Società cooperativa L'isola di Scicli e Silva Suri di Ragusa. Per maggiori informazioni http://www.circuitodellecaveiblee.it/



 

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

+