Attualità Ragusa 09/12/2016 18:21 Notizia letta: 13 volte

L'abito del Gattopardo per la prima volta in mostra

Piacque a Visconti
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-12-2016/l-abito-del-gattopardo-per-la-prima-volta-in-mostra-420.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-12-2016/1481305037-1-l-abito-del-gattopardo-per-la-prima-volta-in-mostra.jpg&size=749x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-12-2016/l-abito-del-gattopardo-per-la-prima-volta-in-mostra-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-12-2016/1481305037-1-l-abito-del-gattopardo-per-la-prima-volta-in-mostra.jpg

Ragusa - E' un abito da sogno quello che ha ispirato Luchino Visconti per i costumi della celebre scena del Gattopardo che valsero l'Oscar a Piero Tosi. E, per la prima volta fuori dal Castello di Donnafugata, il vestito color avorio dalla cui ispirazione venne creato l'abito di Angelica è in mostra a Ragusa Ibla per una mostra-evento della Soprintendenza di Ragusa sposata dall'assessorato regionale ai Beni culturali.

"Matrimonio in Sicilia tra 1860 e 1960" è il titolo della manifestazione al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla che vede in esposizione abiti nuziali, oggetti e musiche legati a un secolo di memoria siciliana in un allestimento firmato dall'associazione Donnafugata 2000. Tra i "tesori" anche l'abito appartenente alla famiglia Amari, oggi di proprietà della collezione Arezzi di Trifiletti, che incantò Visconti ma anche testimonianze storiche legate al volto meno roseo dei matrimoni in Sicilia tra cui le spose-bambine di Ispica e ancora la musica, la letteratura e il grande cinema. La mostra è gratuita e aperta fino al 9 gennaio 2017 ed è accompagnata da un cineforum con quattro capolavori del cinema italiano tra cui spicca il capolavoro di Visconti. 

Redazione