Cronaca Gela

Madre avvelena e uccide figli. Avrebbero ingerito candeggina

Poi ha tentato il suicidio

Gela - Tragedia a Gela. Una madre,  uccide le sue due bambine, avvelenandole.

Si chiamavano Maria Sofia, 9 anni  e Gaia, 7 anni.  La donna, avrebbe fatto ingerire loro della candeggina.  Poi, ha tentato il suicidio gettandosi dal balcone di casa sua. La tragedia è accaduta in via Passaniti, nel centro storico di Gela.

La donna, Giuseppa Savatta, 41 anni, è stata soccorsa da alcuni passanti. Il duplice omicidio, invece, è stato scoperto dai parenti. La donna è la moglie di un ingegnere e insegnante gelese, Vincenzo Trainito, 48 anni. E' stato il marito a bloccare la donna mentre tentava di gettarsi dal balcone, dopo aver ingerito anche lei la candeggina. Poi, ha chiamato i carabinieri che sono immediatamente intervenuti sul posto.

Alcuni vicini dicono che la donna soffrisse di depressione ma l'indiscrezione non è confermata, al momento, da alcun atto ufficiale. 

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif