Attualità Scicli 05/01/2017 18:50 Notizia letta: 448 volte

Acif, quelle 68 prescrizioni

Il no del sindaco Giannone
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-01-2017/acif-quelle-prescrizioni-420.jpg

Scicli - La giunta di Scicli è contraria all'impianto di trattamento rifiuti in contrada Cuturi. La sentenza dei giorni scorsi del Tribunale amministrativo etneo riguarda un primo ricorso al Tar promosso da A.Ci.F. contro la Regione Siciliana (e in cui è parte resistente anche Legambiente), e avente a riguardo il decreto assessoriale del 25 luglio 2016, con cui la Regione aveva revocato il precedente decreto di giudizio positivo di compatibilità ambientale sul progetto di ampliamento dell'attività di gestione della piattaforma di trattamento e recupero rifiuti pericolosi e non, in contrada Cuturi.
Un altro ricorso è in itinere, e attende il giudizio di merito, ed è stato promosso dal “Comitato spontaneo salute e ambiente” di Scicli, che ha raccolto al suo interno molte associazioni e singoli cittadini, e ha come richiesta l'annullamento dell'Aia, l'Autorizzazione Integrata Ambientale concessa dalla Regione il 3 marzo 2016, che contempla ben 68 prescrizioni cui la ditta A.ci.F dovrebbe ancora sottostare.
La giunta Giannone suggerisce in queste ore al Comitato di chiedere il prelievo del ruolo dell'udienza di questo secondo ricorso davanti al Tar, per stoppare la ripresa dei lavori di costruzione dell'impianto. 

Intanto, questa sera i consiglieri di opposizione hanno chiesto un consiglio comunale sul tema. 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1498126104-3-samot.gif