Attualità Modica 15/01/2017 14:46 Notizia letta: 175 volte

Cinema sia strumento di promozione degli iblei

NonsoloMontalbano
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-01-2017/cinema-strumento-promozione-iblei-420.jpg

Modica - La riproposizione del ruolo del cinema come strumento di valorizzazione del territorio ibleo ma anche di crescita professionale per una nuova categoria di lavoratori che operano nel settore cinematografico. Non solo un’operazione di attrazione turistica ma di crescita culturale e professionale di un territorio. Questo ha rappresentato la fiction del Commissario Montalbano per la provincia di Ragusa e questa ‘lettura’ è stata ribadita nel corso dell’incontro finale della rassegna ‘Arte e cultura tra musei e territorio” che ha chiuso il ‘trittico’ di incontri promossi da IngegniCultura e dall’Associazione siciliana di Neuroscienze per iniziativa dei rispettivi presidenti Mario Incatasciato e Francesco Iemolo che hanno avuto il merito tra l’altro di ‘cristalizzare’ nei precedenti incontri il ruolo insostituibile di Valentino Guccione nella valorizzazione del museo ‘Tommaso Campailla’.

La rassegna culturale ha avuto il grande merito di essere una sorta di ‘rendez vous’ delle eccellenze degli iblei nella storia di questo territorio: dalla letteratura medica al fenomeno Montalbano ad uno sguardo perenne suoi luoghi iblei. Francesco Iemolo, presidente di circoscrizione dei Lions Club iblei, ha ‘novato’ la trasmissione del sapere con un nuovo modello di costume culturale: non più la tradizionale lettura costruita su tecniche retoriche sperimentate ma una vera ‘perfomance’ che mette in gioco voce e fisicità, capacità empatica oltre che didattica. Ed è quello che si è riproposto ieri sera nel corso dell’evento nelle Case degli Avi di Modica Alta, durante l’annuale riunione circoscrizionale dei Lions Club, con protagonisti il docente universitario Nunzio Zago che ha parlato della letteratura medica nel ‘700 a Modica, di Alessia Scarso, che col suo film ‘Italo Barocco’ ha girato il mondo proiettando le immagini di un territorio ricco di tradizioni e di valori che sono ‘perle’ culturali paragonabili a ‘pepite’ estratte da una miniera inesauribile qual è la Sicilia e che sono da esibire e porre sotto i riflettori, nonché di Pasquale Squadola, location-man della fiction ‘Montalbano’.

Alessia Scarso ha posto l’accento sulla forza delle immagini che raccontano e che segnano anche il progresso dell’umanità, mentre, il direttore della Film Commission Ragusa Pasquale Spadola, da profondo conoscitore del ‘fenomeno Montalbano’, ha fatto la cronistoria del successo della popolare fiction che ha arricchito il territorio. “Il merito è della felice penna di Andrea Camilleri – ha spiegato Spadola - ma anche di un territorio che è un ‘set a cielo aperto’ come amava ripetere Gesualdo Bufalino.
La rassegna si è chiusa con la degustazione delle eccellenze iblee rappresentati dall’olio e dal vino: un naturale percorso del gusto dove ha fatto capolino l’olio dop ‘Monti iblei’ della Tenuta Iemmolo. L’olio dop ‘Monti iblei’, nonostante una stagione non eccelsa sul piano della quantità, sta vivendo una stagione di valorizzazione come ha sottolineato il presidente del Consorzio di Ragusa, Peppino Arezzo.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg