Economia Ragusa 15/01/2017 20:56 Notizia letta: 955 volte

Francesco Valenti, l'uomo che del moscato ha fatto un ingrediente

Panettoni, gelatine, marmellate e salami. Follia? No, realtà
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-01-2017/francesco-valenti-uomo-moscato-fatto-ingrediente-420.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-01-2017/1484510414-1-francesco-valenti-uomo-moscato-fatto-ingrediente.jpg&size=889x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-01-2017/francesco-valenti-uomo-moscato-fatto-ingrediente-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-01-2017/1484510414-1-francesco-valenti-uomo-moscato-fatto-ingrediente.jpg

Ragusa – Il vino come ingrediente e non solo come alimento.
Parte da questa intuizione la missione di Francesco Valenti, ragusano, proprietario della famosa grotta della Trabacche e, soprattutto, dell'azienda vinicola che porta il nome di famiglia.
Uomo di lettere, Valenti ha fatto del moscato di Noto, vino vecchio di 2700 anni, l'antico Pollio, citato da Plinio il Vecchio nel terzo secono avanti Cristo, un ingrediente il cui profumo ha collegato ad alcuni lievitati, fra cui i panettoni dei fratelli Fiasconaro, e quelli di Pietro Scarpato.
Quindi è passato a produrre marmellate di arancia e limone, dove la presenza del moscato ha eliminato ogni forma di gusto di amaro, di antociano, ammorbidendoli.
Premiato al Vinitaly, di Valenti si è occupato anche Paolo Massobrio. Che il suo sia un case history lo dimostra l'amore per il recupero delle tecniche agronomiche tradizionali legate ai vitigni, al perfezionamento delle tecnologie di vinificazione, alla produzione di vini siciliani DOC e IGT. Sue le gelatine di moscato e di nero d'avola.

Per Francesco Valenti il vino è un pianeta, ecco perchè i suoi vini non si limitano ad accompagnare il cibo, ma entrano a pieno diritto nella composizione di qualunque tipo di cibo, trasformandolo e migliorandolo profondamente, rendendolo unico come profumi e gusti. Per realizzare questo sogno sceglie come partner produttori di altissimo livello, che realizzano per Azienda Valenti le sue personalissime ricette.

La produzione spazia dal salato al dolce, sempre partendo dagli indispensabili vini aziendali, passando quindi dai salumi al moscato Acantus Dry Doc, alle gelatine e marmellate al moscato Acantus Doc, fino ad arrivare a svariati tipi di panettoni al moscato, e alle praline di finissimo cioccolato di Modica con crema al moscato Acantus Doc. Un paniere di prodotti in cui il moscato Acantus Doc avvolge i componenti di questi cibi amalgamando creativamente gusti inediti.

Un cenno a parte meritano i salumi. Grazie alla collaborazione con Scherzerino, che dal 1953 produce salumi artigianali di alto pregio, Valenti ha dato il via a una inedita produzione di salumi al moscato.
Il nonplusultra? Forse è il panettone realizzato da Fisconaro, dove al posto della canditura si trovano pezzetti di ananas e albicocca, inseriti nell'impasto dopo una lenta infusione nel Moscato di Noto. Il tutto ricoperto da una glassatura di pistacchio di Bronte. E' manna, dal cielo.

Redazione