Giudiziaria Ragusa 23/01/2017 11:34 Notizia letta: 972 volte

Sasà: sono innocente

L'avvocato ha chiesto l'annullamento della custodia cautelare
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/23-01-2017/sasa-sono-innocente-420.jpg

Ragusa - E alla fine sarà il Tribunale del Riesame di Catania a decidere, nei prossimi 10 giorni, se Sasà Cintolo dovrà restare ai domiciliari o se potrà tornare in libertà. Intanto, si è svolto mercoledì scorso l'interrogatorio di Garanzia davanti al Gip del tribunale di Ragusa, Giovanni Giampiccolo e al Procuratore Capo Carmelo Petralia.

Cintolo, è assistito dall'avvocato Enrico Platania, che ha chiesto l'annullamento della custodia cautelare per insussistenza di gravi indizi di colpevolezza e inesistenza delle esigenze cautelari. Cintolo, davanti al Gip, si è avvalso della facoltà di non rispondere, limitandosi a leggere ai magistrati una memoria difensiva in cui, alla fine, si è dichiarato innocente.

Il caso era scoppiato circa un anno fa, quando Sasà Cintolo entrò in rotta di collisione con i vertici del Coni regionale e nazionale, Sergio D’Antoni e Marco Befera, per via dei due conti, quello ufficiale e quello “ombra” che Cintolo, secondo l’accusa, avrebbe gestito insieme al collaboratore Silvio Piazza.
 

Nel marzo del 2016 il blitz dei finanzieri negli uffici della Scuola dello Sport per prelevare atti amministrativi. L’inchiesta, avrebbe accertato delle irregolarità nella gestione amministrativa del Coni di Ragusa.

Nell’inchiesta, come si sa, oltre a Cintolo e Piazza altre 3 persone hanno ricevuto avviso di garanzia, di cui uno sarebbe dirigente dell’assessorato regionale a Palermo.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg