Giudiziaria Catania 08/02/2017 13:15 Notizia letta: 256 volte

Federconsumatori parte civile nel processo contro la Wind Jet

Il processo inizierà il tre ottobre
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-02-2017/federconsumatori-parte-civile-processo-wind-420.jpg

Catania - Anche Federconsumatori si schiera con i passeggeri della Wind Jet, la compagnia low cost catanese che nel 2012 chiuse i battenti e la cui dirigenza è stata rinviata a giudizio con l'accusa di bancarotta fraudolenta. Il 3 ottobre, infatti, si celebrerà il processo penale e fra gli imputati ci sarà anche l'ex presidente della compagnia, Antonino Pulvirenti, oltre ad altri 16 indagati.

La Federconsumatori di Catania, che, con i propri legali ha seguito le varie fasi dell'udienza preliminare, si costituirà parte civile, per tutelare gli interessi dei viaggiatori che subirono, cinque anni fa, danni e disagi, rimanendo in balia di nessuno negli aeroporti di mezza Europa o senza ottenere il rimborso del costo dei biglietti aerei.

Lo Sportello Sos Turista di Modena affidò l'assistenza dei viaggiatori danneggiati di tutta Italia alla Federconsumatori di Mascalucia, che  si oppose alla proposta di concordato preventivo, perchè secondo loro avrebbe prodotto risultanti irrilevanti.

In effetti, gli sfortunati viaggiatori dovettero accontentarsi di un rimborso del 5 per cento del costo del biglietto, che s'impegnava personalmente a pagare il presidente Pulvirenti.  Insomma, se il costo medio di un biglietto di una compagnia low-cost variava dai 70 ai 150 euro, il rimborso sarebbe stato quantificabile fra i tre  euro e mezzo (da pagare con bonifici da 70 centesimi l'anno) e i 7,50 euro. Ovviamente, la proposta fu respinta da tutti i viaggiatori.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif