Giudiziaria Avola 10/02/2017 19:16 Notizia letta: 1370 volte

Ex sindaco di Avola accusato di furto condizionatori del Comune

15 indagati
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-02-2017/sindaco-avola-accusato-furto-condizionatori-comune-420.jpg

Avola - L'amministrazione del Comune usata per appropriarsi di somme di denaro pubblico. E' questa l'accusa contestata all'ex sindaco di Avola, Antonino Barbagallo e al suo capo di gabinetto. Un'inchiesta iniziata nel 2012 e che si è conclusa con l'emanazione di 15 avvisi di garanzia.

Queste frodi sarebbero state possibili grazie alla complicità dell'assessore al Turismo Simone Libro e, sempre secondo l'accusa, della madre di quest'ultimo, Franca Puglisi, nominata capo di gabinetto (secondo l'accusa senza averne i titoli), e da una serie di altre figure, tra cui funzionari, impiegati comunali, commercianti e privati cittadini.

Le indagini della polizia, coordinate dalla Procura di Siracusa, contestano a  Barbagallo e al suo capo di gabinetto  l'uso di dipendenti e mezzi comunali per eseguire lavori nelle proprie case. Sarebbero state emanate anche fatture ed altra documentazione false. All'ex sindaco viene contestato anche il furto dei condizionatori d'aria del Comune, oltre ai contributi in denaro per i propri elettori, a cui avrebbero anche pagato alcune spese di viaggio, utilizzando fondi dei Servizi sociali, rimborsi per ricariche telefoniche, viaggi, gadget elettorali.

Gli indagati risponderanno dei reati di associazione a delinquere, peculato, scambio e corruzione elettorale, truffa, abuso d'ufficio e concussione, falso ideologico e furto aggravato.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif