Attualità Vittoria 15/02/2017 12:37 Notizia letta: 116 volte

Vittoria approva il regolamento sul baratto amministrativo

Passato in consiglio comunale
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-02-2017/vittoria-approva-regolamento-baratto-amministrativo-420.jpg

Vittoria - Il consiglio comunale, riunitosi ieri in seconda convocazione nella Sala Carfì, inizialmente presenti 22 consiglieri su 24, ha approvato i restanti articoli del regolamento sul Baratto amministrativo, cioè quelli dal 12 al 19. L'atto è stato, quindi, votato nella sua interezza ed è passato a maggioranza, con 22 sì e 2 no.

Proseguendo nella trattazione dell'ordine del giorno, che prevedeva il riconoscimento di sette debiti fuori bilancio, tutti per risarcimento danni da insidie stradali, il massimo consesso cittadino ne ha discusso uno, previsto al punto 2 dell'odg, approvandolo  all'unanimità.
Subito dopo, su proposta del consigliere Alfredo Vinciguerra, la sessione è stata aggiornata, con voto unanime dei 17 consiglieri presenti, a giovedì 2 marzo 2017.

Il presidente Andrea Nicosia, a conclusione dei lavori, ha giudicato il regolamento sul Baratto amministrativo “un altro importante strumento al servizio della città ed un ennesimo impegno elettorale rispettato”.
“Ringrazio l'intero Consiglio – ha proseguito Nicosia – per quest'altro importante obiettivo raggiunto grazie all'operatività, alla fattività ed all'efficienza più volte dimostrata dal consesso stesso. Questo Regolamento costituisce un importante strumento al servizio della città. Ora i cittadini potranno, in modo semplice, partecipare alla vita della città potendo ottenere, per questo e per i servizi espletati nell'interesse della collettività, un'esenzione sui tributi locali.

Un efficace strumento che va nella direzione dell'inclusione sociale e del coinvolgimento attivo dei cittadini alla vita della città. L'approvazione del regolamento sul Baratto amministrativo costituisce l'ennesima dimostrazione del rispetto del programma su cui abbiamo chiesto fiducia alla città. Ora occorre lavorare per dare esecuzione al contenuto dello stesso. Informeremo i cittadini e solleciteremo gli uffici affinché predispongano tutti gli atti perché si possa partire al più presto”.

Redazione