Attualità Ragusa

Precari Vigili del Fuoco: verso la stabilizzazione

Una situazione che dura da 20 anni

Ragusa - Sempre più vicina la possibilità di stabilizzare i vigili del fuoco anche in provincia di Ragusa. Sarebbero un centinaio, infatti, i pompieri che da circa 20 anni aspettano anche nella nostra provincia di essere stabilizzati definitivamente. In Italia esistono 16 mila persone, i cosiddetti “discontinui” dei Vigili del Fuoco, che aspettano di essere stabilizzati. Poi, esistono 3 mila persone che hanno vinto un concorso, denominato 814 che sono in graduatoria da anni.

Costoro, sono i cosiddetti “idonei”. Qualcosa, però, sembra si stia muovendo. Giorno 15 febbraio, si è svolto un incontro fra i rappresentanti nazionali della categoria e il sottosegretario del Ministro dell’Interno con delega ai Vigili del Fuoco, On. Gianpiero Bocci. Oggetto del confronto, ovviamente, la vertenza dei precari del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco alla luce della risoluzione votata all’unanimità il 18/01/2017 dalla 1° Commissione affari costituzionali della Camera.

Il Governo sembrerebbe intenzionato a superare definitivamente il fenomeno del precariato nella Pubblica Amministrazione e, per quanto riguarda i discontinui, nel corpo nazionale dei vigili del fuoco. Il Governo, per superare l’impasse, potrebbe decidere di adottare la seguente prassi: un concorso pubblico a 250 posti, già bandito: aumento del 10% dei posti riservati ai precari.

La riserva, oggi fissata al 25%, salirà quindi al 35%; entro luglio 2017 definizione dei due elenchi, quadro A discontinui e quadro B volontari a chiamata; emanazione di un D.P.C.M. (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) che definisca le modalità per la stabilizzazione del personale discontinuo, collocato negli elenchi quadro A sino ad esaurimento.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif