Attualità Agricoltura 22/02/2017 09:42 Notizia letta: 194 volte

Agricoltura: a sud, la più giovane d'Italia

Dati Coldiretti
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-02-2017/agricoltura-giovane-italia-420.jpg

I dati della Coldiretti parlano chiaro: l’agricoltura nel sud è la più giovane d’Italia: sono 26.587 le imprese gestite da under 35 nel 2016, il 52% del totale presente in Italia. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti a commento del Rapporto Ismea Svimez 2015-2016 dal quale si evidenzia che l’agricoltura del Sud è cresciuta più del resto d’Italia.

La scommessa, per i giovani, è dunque la campagna: sono tanti, infatti, gli agricoltori di prima generazione che hanno deciso di entrare in questo mondo non solo per passione ma anche per estro e professionalità, investendo in nuovi settori. Tra queste new entry giovanili nelle campagne, ben la metà è laureata. La scelta di diventare imprenditore agricolo è apprezzata per il 57% anche dalle persone vicine: genitori, parenti, compagni o amici.

Anche i dati economici parlano chiaro: il loro fatturato è più elevato del 75% della media e il 50% di occupati per azienda in più. Non è un caso, infatti, che il numero di iscritti alle facoltà di agraria è aumentato del 20%. Per favorire l’ingresso dei giovani la Coldiretti ha costituito una task force per cogliere le opportunità di insediamento nell’agricoltura italiana per almeno 20 mila giovani imprenditori entro il 2020 che vengono dall’avvio dei Piani di Sviluppo rurale regionali finanziati dall’Unione Europea.

Gli interventi che si rivolgono a giovani agricoltori tra 18 e 40 anni non compiuti possono arrivare ad offrire fino a 70.000 euro a fondo perduto per iniziare l'attività.  Un sostegno che è stato accompagnato di una importante misura nella Legge di stabilità che prevede l'esonero dei contributi previdenziali al 100% per i primi tre anni e poi del 66% e 50% per il quarto e quinto anno.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg