Attualità Chiaramonte Gulfi 24/02/2017 15:19 Notizia letta: 727 volte

Il Santuario di Gulfi primo Luogo del Cuore FAI in provincia di Ragusa

Potrà partecipare ai bandi per ottenere finanziamenti
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-02-2017/santuario-gulfi-primo-luogo-cuore-provincia-ragusa-420.png
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-02-2017/1487946590-1-santuario-gulfi-primo-luogo-cuore-provincia-ragusa.jpg&size=565x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-02-2017/santuario-gulfi-primo-luogo-cuore-provincia-ragusa-100.png
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-02-2017/1487946590-1-santuario-gulfi-primo-luogo-cuore-provincia-ragusa.jpg

Chiaramonte Gulfi - Il Santuario di Maria SS di Gulfi primo in Provincia per il censimento "I luoghi del cuore" promosso dal FAI. Con 2976 voti, il santuario Chiaramontano risulta essere il più votato in provincia per ricevere il finanziamento del FAI e il 12° in Sicilia. Il censimento nazionale I luoghi del cuore, promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo, ha chiesto a tutti i cittadini di segnalare i piccoli e grandi tesori che amano e che vorrebbero salvare.

Nel 2017 il FAI sarà impegnato ad intervenire sui luoghi vincitori e sui selezionati al Bando per l’assegnazione di contributi aperto a marzo. Infine, per tutti i luoghi che avranno raccolto più di 1500 segnalazioni verrà fornito, su richiesta, il layout di una targa commemorativa al censimento da poter apporre presso il Bene come segno della mobilitazione pubblica in suo favore.

Inoltre, la Fondazione, dopo la pubblicazione dei risultati, lancerà un "Bando per l'assegnazione dei contributi", in base al quale i proprietari, i concessionari, gli affidatari o i portatori di interesse dei Luoghi del Cuore che hanno ricevuto almeno 1500 segnalazioni secondo la classifica ufficiale, potranno presentare al FAI una richiesta di contributo sulla base di specifici progetti di azione. Una commissione interna al FAI, in collaborazione con i Segretariati Regionali del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, valuterà le domande pervenute e selezionerà i luoghi idonei a un intervento da parte della Fondazione.

L'idea di segnalare il Santuario di Gulfi è stato frutto dell'attivismo di padre Burrafato, attuale rettore del Santuario e del grande interesse che i  chiaramontani hanno dimostrato nel sostenere questo concorso.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg